• 53
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Li Hao, Vice Minister of business services di The National Animation Industry Park della città di Tianjin

di Chen Ping

Un tributo speciale a Coco Chanel, indiscussa icona di eleganza e stile che la Cina e il China-Singapore Tianjin Eco-City – The National Animation Industry Park ha voluto celebrare con il patrocinio del Comune di Tianjin, quarta municipalità della Cina per popolazione e uno dei centri di maggior sviluppo economico del Paese, sede anche della più estesa area urbanistica basata su principi di sostenibilità. Una mostra Different like Coco. Omaggio della Cina a Coco Chanel, dedicata a una donna che ha saputo andare contro corrente liberando le donne da corsetti e impalcature per cappelli, donando loro abiti comodi, semplici nelle linee per intraprendere una vita quotidiana dinamica,ma anche allungando le gonne sotto il ginocchio, abbassando il punto vita, introducendo l’utilizzo del jersey e dello stile alla marinara, smarcando l’utilizzo dei pantaloni femminili.«Una donna davvero speciale, che sapeva davvero fare la differenza in un’epoca dove pochi sapevano osare», dice Li Hao, Vice Minister of business services di The National Animation Industry Park della città di Tianjin, che si è occupato in prima persona della promozione di questo evento, ed è venuto in Italia, proprio a Milano, capitale della Moda, per inaugurare nella Galleria Milan Art & Events Center di Peishuo Yang,

Da sinistra, Li Hao, Vice Minister of business services di The National Animation Industry Park della città di Tianjin e Peishuo Yang, titolare della Galleria Milan Art & Events Center

la prima e unica tappa italiana, di una mostra (visitabile fino al 1 agosto), davvero unica nel suo genere. Proprio a lui ci viene spontaneo chiedere perché è stata scelta Coco Chanel e non un’altra stilista altrettanto famosa. «Perché Coco Chanel», spiega, «è molto conosciuta in Cina, per la sua eleganza, il suo stile, il suo linguaggio, tutti elementi che si avvicinano molto alla cultura e all’attuale mentalità delle donne del nostro Paese». Il balzo in avanti della donna orientale è oramai sempre più evidente, come è sempre più evidente che le donne in Cina siano sempre più proiettate a togliere all’uomo un’anacronistica posizione di vantaggio, che oggi si basa sempre più sul merito e sempre meno sul privilegio.  «Il percorso della mostra», prosegue Li, «si snoda in due sezioni. Nella prima vengono presentati disegni che fanno riferimento ad oggetti simbolici che Chanel aveva nel suo appartamento di Parigi, quindi le spighe di grano, il leone, simbolo di libertà, la camelia che allude alla Poesia, il cervo, simbolo della Natura, e infine Venere, dea dell’amore e della bellezza. Nella seconda parte, l’attenzione si focalizza su località significative della vita di Coco Chanel, quali Parigi, Venezia, la Costa Azzurra, solo per citarne alcune, e sull’importanza che il colore nero ha rivestito nelle sue scelte creative, al punto da farle sempre ripetere che il potere del nero attraversa il tempo, lo spazio e tutte le cose». Alla domanda quale sarà la prossima icona della moda sulla quale vi piacerebbe puntare, la risposta non si fa aspettare: «Prada». Insomma una Cina sempre più proiettata verso la moda e in particolare quella made in Italy. Quindi viene spontaneo chiedere se l’intenzione è quella di fare business anche  qui in Italia. «Al momento non stiamo valutando questa ipotesi», conclude Li, «il nostro obiettivo è quello di prendere il miglior know-how ed esportarlo nel nostro Paese. Poi si vedrà». Nel frattempo, per l’occasione in Cina sono stati pubblicati anche due volumi dedicati a Coco Chanel, in uscita presso le edizioni Beijing United Publishing Co. LTD.

 

 

Credits foto: Carlo Catanzaro

Titolo: Different like Coco. Omaggio della Cina a Coco Chanel

Progetto di: China-Singapore Tianjin Eco-City – The National Animation Industry Park

Sede: Via Lupetta 3 (ang. Via Torino), Milano

Inaugurazione:  25 luglio 2018 ore 18.30

Date: visitabile fino al 1 agosto 2018

martedì – venerdì 10-13 e 15-19. Sabato ore 15-19.

Info pubblico: Tel. +39 02 39831335

indirizzo email: info.milanart@gmail.com 
www.ma-ec.it


  • 53
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!