• 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Il greco Stefanos Tsitsipas, ieri ha battuto Roger Federer (6-7 7-6 7-5 7-6)
all’Australian Open 2019


Il brianzolo di origine sarda, recordman italiano dei 100 metri con 9.99, Filippo Tortu migliore prestazione nazionale under 23, al meeting del Palaindoor di Ancona (60 metri in 6.58)

Dopo Mick Schumacher, altri due giovani ventenni stanno facendo sognare il mondo dello sport. Il greco Stefanos Tsitsipas e Filippo Tortu ieri di nuovo agli onori delle cronache per avere raggiunto ieri due record sportivi molto importanti.

Il greco Stefanos Tsitsipas per avere sferrato il più grande attacco dell’Australian Open 2019, a Roger Federer (6-7 7-6 7-5 7-6) conquistando la sua prima grande vittoria della sua giovane carriera, il suo primo quarto di finale del Grand Slam. Per Federer, che giocava per aggiungere un altro record alla sua brillante carriera, il  settimo titolo dell’Australian Open, una sconfitta amara.

«Non c’è nulla che io possa comparare a questo, sono l’uomo più felice della terra in questo momento. Non posso descriverlo», ha detto Tsitsipas dopo questa importante vittoria. «Roger è una leggenda del nostro sport, tanto rispetto per lui. Non sono stato in grado di farlo, non sono sicuro di essere entrato nel girone dei grandi», ha detto Tsitsipas ai giornalisti al termine della partita,

E Filippo Tortu, il ventenne sprinter delle Fiamme Gialle, che ha corso per la prima prova dei 60 metri in 6.58, ritoccando di quattro centesimi il 6.62 di un anno fa a Berlino, per la migliore prestazione nazionale under 23, al meeting del Palaindoor di Ancona, che gli ha fatto superare il 6.60 di Francesco Scuderi, che risaliva al 1998. Brianzolo di origine sarda, recordman italiano dei 100 metri con 9.99, ha detto: «È stata una bella gara, sono migliorato, era quello l’obiettivo e quindi la stagione non poteva iniziare meglio. Era una gara che sentivo molto. La voglio dedicare ad Alessio Giovannini della Fidal, che ci ha lasciato troppo in fretta. Questa bella giornata di atletica è per lui. Nei prossimi giorni andrò a Berlino e cercherò di migliorare ancora. Ci sono grossi nomi, atleti importanti. Mi farò valere. Poi sfiderò Cristiano Ronaldo sui 60 metri».


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!