POMPEO IN PARAGUAY, SECONDA TAPPA DEL SUO TOUR IN AMERICA LATINA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Al centro dei colloqui la crisi in Venezuela. Prima di lasciare il Cile, il ministro americano ha ringraziato il presidente del Cile, Sebastián Pinera per "aver contribuito all'isolamento del venezuelano Nicolás Maduro"

Il segretario di Stato americano Milke Pompeo, al suo arrivo in Paraguay
ph. Arcenio Acuña ABC Color

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo è arrivato venerdì sera alle ore 20 ad Asunción , in Paraguay, per lui la seconda tappa di un giro in America latina dopo essere già stato in Cile.
Un evento importante visto che si tratta della prima visita di un ministro degli Esteri Usa in Paraguay da 54 anni a questa parte.

Ad attenderlo il ministro degli Esteri, Luis Castiglioni e dall’ambasciatore degli Stati Uniti nel nostro paese,  Lee McClenny .

L’agenda di Pompeo prevede in mattinata un incontro con il presidente Mario Abdo Benítez e successivamente un colloquio con il collega paraguaiano Luis Castiglioni.

Il segretario di Stato americano Milke Pompeo assieme
al ministro degli Esteri, Luis Castiglioni
ph. Arcenio Acuña ABC Color

Al centro dei colloqui la crisi in Venezuela e il fatto che Abdo Benítez abbia sostenuto la visita di Pompeo è una prova della fiducia degli Usa in “una visione condivisa sulla democrazia”. Nella sua tappa cilena Pompeo ha sottolineato la sua preoccupazione sui pericoli di relazioni troppo strette con Cina e Russia. E prima di lasciare il Cile il ministro americano ha ringraziato il presidente del Cile, Sebastián Pinera per “aver contribuito all’isolamento del venezuelano Nicolás Maduro.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall’articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall’articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l’offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.

FOLLOW US
Ultimi articoli