[gtranslate] SRI LANKA: 45 I BAMBINI MORTI, TRA LE VITTIME 3 FIGLI DI HOLCH POVLSEN - WHAT-U

di Paula Martin e Jacky Mullet

Il numero dei morti in Sri Lanka è salito a 231 di cui 45 sono bambini. Lo ha reso noto il portavoce dell’Unicef Christophe Boulierac, citato dai media internazionali. Secondo il portavoce dell’Unicef Italia Andrea Iacomini, 27 bambini sono morti e 10 sono stati feriti per l’esplosione nella chiesa di San Sebastiano a Katuwapitiya, nel Negombo. A Batticaloa, i bambini morti sono 13, il più piccolo aveva 18 mesi. Nel frattempo quindici bambini tra i 7 e i 16 anni stanno ricevendo cure in ospedale e 5 bambini di nazionalità straniera sono morti. Tra le vittime 3 dei 4 figli (Agnes, Alma, Astrid e Alfred, al momento non si sa ancora con precisione il nome dell’unico superstite) del miliardario danese Anders Holch Povlsen, CEO del colosso dell’abbigliamento Asos e marito di Anne Storm-Pedersen, CEO della catena di abbigliamento Bestseller, azionista di maggioranza di Asos nonché secondo azionista di Zalando. Holch Povlsen, 46 anni, a soli 28 anni aveva ereditato l’azienda di abbigliamento fondata da papà Troels e mamma Merete, trasformandola in un colosso da 17 mila dipendenti sparsi in 70 Paesi.


Oggi secondo la rivista Forbes, è al 252esimo posto della classifica delle persone più ricche del mondo, con un patrimonio stimato che si attesterebbe sui 7,9 miliardi di dollari.

Poco tempo fa, il miliardario aveva annunciato un progetto sulle Highlands scozzesi, per riportarle al naturale, ripulendole e eliminando le brutture costruite dall’uomo. Un progetto che sarebbe stato seguito dai figli.




Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY