[gtranslate] COMMISSIONE EUROPEA: CHI È SOTTO LA LENTE DI INGRANDIMENTO E CHI NO - WHAT-U

di Paola Sacco

  • Il 5 giugno 2019, la Commissione ha raccomandato di abrogare la procedura per i disavanzi eccessivi (PDE) per la Spagna . Una volta che il Consiglio avrà preso questa decisione, tutte le procedure per i disavanzi eccessivi derivanti dalla crisi saranno chiuse. Nel 2011, 24 Stati membri erano nel braccio correttivo del patto.
  • Il 5 giugno la Commissione ha inoltre adottato relazioni per Belgio , Francia , Italia e Cipro a norma dell’articolo 126, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE ), in cui esamina la loro conformità ai criteri di disavanzo e Trattato. 
  • L’Ungheria e la Romania sono state sottoposte a una significativa procedura di deviazione dal 2018 e dal 2017 rispettivamente. Il 5 giugno la Commissione ha inviato un avvertimento a Ungheria e Romania secondo cui nel 2018 è stata osservata una deviazione significativa e raccomanda al Consiglio di raccomandare di correggere la deviazione osservata significativa.

Panoramica delle procedure di disavanzo eccessivo in corso

NazioneData della relazione della Commissione 
(art.104.3 / 126.3)
Decisione del Consiglio sull’esistenza di un disavanzo eccessivo (art.104.6 / 126.6)Termine corrente per la correzione
Spagna18 febbraio2009 27 aprile2009 2018

Panoramica delle procedure chiuse per eccessivi disavanzi

AustriaBelgioBulgariaCroazia
Repubblica CecaCiproDanimarcaFinlandia
FranciaGermaniaGreciaUngheria
IrlandaItaliaLettoniaLituania
LussemburgoMaltaPaesi BassiPolonia
PortogalloRomaniaSlovacchiaSlovenia
Regno Unito

Nessuna procedura di deficit eccessivo

EstoniaSvezia


Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY