[gtranslate] EUROSTAT: L'ITALIA IL PAESE PREFERITO PER PARTIRE IN CROCIERA - WHAT-U

Nel 2017, il numero di passeggeri che hanno iniziato una crociera marittima nell’Unione europea (UE) ha raggiunto 7 milioni, superando il precedente picco di 6,9 milioni nel 2012. E nel 2019 si è toccata la quota dei 9 milioni.

La maggior parte dei passeggeri sceglie l’Italia per iniziare la sua crociera …

La grande maggioranza (85%) dei passeggeri ha iniziato la sua crociera in uno dei cinque Stati membri nel 2017. Con 1,9 milioni di passeggeri, l’Italia rappresentava il 27% del totale dell’UE, (nel 2019 il 35%), seguita dalla Spagna (1,5 milioni di passeggeri, o 21%), Germania (1,1 milioni di passeggeri, ovvero il 16%), il Regno Unito (1,0 milioni di passeggeri, o il 14%) e il Belgio (0,5 milioni di passeggeri, o il 7%).

Le crociere marittime coperte da queste statistiche sono quelle in cui ai passeggeri vengono fornite le proprie cabine e l’intrattenimento a bordo. I passeggeri sui traghetti o sulle escursioni giornaliere via nave non sono inclusi

… ma Southampton e Barcellona sono i principali porti di partenza

Con 832.000 passeggeri registrati nel 2017, Southampton nel Regno Unito è stato il principale porto di partenza dell’UE per i passeggeri delle crociere, davanti a Barcellona in Spagna con 721000 passeggeri.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY