Dopo aver compiuto ogni sforzo per raggiungere un compromesso su un adeguato bilancio dell’UE per il 2020 durante le lunghe ore di venerdì, il Parlamento e il Consiglio hanno sospeso i colloqui senza accordo. Le discussioni proseguiranno domani lunedì 18 novembre, ultimo giorno del periodo di conciliazione.

Johan Van Overtveldt (ECR, BE)

“Oggi abbiamo fatto progressi nei colloqui. Purtroppo, ciò non è stato ancora sufficiente per trovare un accordo sul bilancio dell’Unione per il 2020, l’ultimo anno dell’attuale quadro finanziario pluriennale”, ha dichiarato Jan Van Overtveldt (ECR, BE), presidente della commissione per i bilanci. “Allo stato attuale, oltre 4 miliardi di euro rimarrebbero inutilizzati nel 2020. Dovremmo riflettere molto attentamente sul modo migliore di affrontarlo, date le numerose sfide che l’UE deve affrontare. Riteniamo che l’interruzione del fine settimana ci aiuterà a trovare un buon compromesso. Abbiamo fiducia nella buona volontà del Consiglio”.

Monika Hohlmeier (PPE, DE)

Anche Monika Hohlmeier (PPE, DE), relatrice principale (sezione del bilancio della Commissione) ha confermato la strada dell’impegno: “Continueremo a impegnarci con il Consiglio per trovare soluzioni positive sulle nostre priorità: clima, digitalizzazione e gioventù. Lunedì dovremmo chiudere il cerchio”.

Che cos’ è il patto di bilancio

Il Patto di bilancio europeo, formalmente Trattato sulla stabilità, coordinamento e governance nell’unione economica e monetaria (N.d.R. conosciuto anche come ‘fiscal compact‘, letteralmente “patto di bilancio“), è un accordo approvato con un trattato internazionale il 2 marzo 2012 da 25 dei 28 stati membri dell’Unione europea, per la precisione, non è stato sottoscritto da Regno Unito, Croazia e Repubblica Ceca. Entrato in vigore il 1º gennaio 2013, il patto contiene una serie di regole, chiamate “regole d’oro”, che sono vincolanti nell’UE per il principio dell’equilibrio di bilancio.

Prossimi passi

Qualora il comitato di conciliazione non riesca a trovare un accordo su un progetto comune entro la mezzanotte di domani, lunedì 18 novembre, la Commissione dovrà presentare un nuovo progetto di bilancio. Se invece il comitato di conciliazione concorderà un testo comune entro il termine stabilito, il Parlamento e il Consiglio disporranno di 14 giorni dalla data dell’accordo per approvare il progetto.


        
Translate »
error: Content is protected !!