COMUNICAZIONI, SPESA TOP IN BULGARIA. IN LUSSEMBURGO INVECE INVESTIMENTI AL RIBASSO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel 2018, le famiglie nell’Unione europea (UE) hanno speso oltre 200 miliardi di euro (pari all’1,3% del PIL dell’UE) in “comunicazioni”. Ciò rappresenta il 2,3% della spesa per consumi totali delle famiglie. Per “comunicazioni” intendiamo servizi postali, apparecchiature e servizi telefonici e di telefax.

Le famiglie in Bulgaria spendono di più e in Lussemburgo di meno

Nel 2018, la quota di spesa delle famiglie legata alla comunicazione è stata più elevata in Bulgaria (4,8%), Grecia (4,4%, dati 2017), Romania (4,1%) e Croazia (4,0%). Al contrario, il Lussemburgo (1,3%), il Regno Unito (1,6%), la Danimarca e l’Austria (entrambi l’1,9%) hanno speso la quota più bassa della spesa delle famiglie per le comunicazioni.

Estonia: il più alto calo delle spese di comunicazione, la Romania il più alto

Di tutte le principali voci di spesa delle famiglie , le comunicazioni sono state la voce che ha registrato il calo più significativo della spesa nell’ultimo decennio nell’UE. È sceso dal 2,8% della spesa totale delle famiglie nel 2008 al 2,3% nel 2018 (o -0,5 punti percentuali (pp)).

Tra il 2008 e il 2018, la quota della spesa totale delle famiglie per le comunicazioni è diminuita nella maggior parte degli Stati membri dell’UE. Il calo maggiore è stato registrato in Estonia (dal 3,8% della spesa totale delle famiglie nel 2008 al 2,5% nel 2018, ovvero un calo di 1,3 punti percentuali (pp)). L’Estonia è stata seguita da Paesi Bassi (-1,1 pp), Polonia (-1,0 pp), Francia (-0,8 pp), Irlanda (-0,7 pp), Repubblica Ceca, Portogallo e Bulgaria (tutto -0,6 pp).

Tuttavia, la spesa per le comunicazioni è aumentata in quattro Stati membri dell’UE dove è disponibile il 2018: Romania (dal 2,1% nel 2008 al 4,1% nel 2018, o un aumento di 2,0 punti percentuali), prima della Lituania (+0,5 punti percentuali), Svezia (+0,4 punti percentuali ) e Croazia (+0,2 pp).


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

What-u.com

Executive Editor Patrizia Vassallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!