Il regista Spike Lee

Il Festival del cinema di Cannes ha scelto il regista americano Spike Lee come presidente della giuria per la sua 73a edizione, in programma dal 12 al 23 maggio. “Sono onorato di essere la prima persona della diaspora africana ad essere nominata presidente della giuria di Cannes e di un festival cinematografico principale “, ha dichiarato il cineasta, sceneggiatore, attore, montatore e produttore di Brooklyn a WWD.

Lee succede al regista messicano Alejandro González Iñárritu, che l’anno scorso era a capo della giuria che ha assegnato la Palma d’oro al regista sudcoreano Bong Joon-ho per “Parasite”, e che quest’anno ha anche vinto il Golden Globe come miglior film straniero.

“Per me il Festival del cinema di Cannes – oltre ad essere il festival cinematografico più importante del mondo, senza mancare di rispetto a nessuno – ha avuto un grande impatto sulla mia carriera cinematografica”, ha detto Lee. “Si potrebbe facilmente dire che Cannes ha cambiato la traiettoria di chi sono diventato nel cinema mondiale”.

Pierre Lescure e Thierry Frémaux, rispettivamente presidente e delegato generale del Festival di Cannes, hanno dichiarato congiuntamente: “La prospettiva di Spike Lee è più preziosa che mai. Cannes è una patria naturale e una cassa di risonanza globale per coloro che risvegliano le menti e mettono in discussione le nostre posizioni e idee fisse. La personalità sgargiante di Lee sicuramente scuoterà le cose”.


        
Translate »
error: Content is protected !!