CINA CONFERMA DIFFUSIONE CORONAVIRUS, IN AUMENTO NUOVE INFEZIONI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Primi casi segnalati a Pechino e nella Cina meridionale mentre il paese si prepara per le festività del capodanno cinese

Molte persone hanno espresso preoccupazione per la sua diffusione durante la stagione dei viaggi del capodanno lunare [File: Aly Song / Reuters]

di Mark Li

Un misterioso virus chiamato Coronavirus ha fatto salire il numero delle morti a 3 finora a Pechino, sollevando non poche preoccupazioni per i nuovi numerosi casi di infezioni mentre milioni di persone sono in viaggio per festeggiare il Capodanno cinese, lo riferisce Al Jazeera. I medici stanno cercando di comprendere il nuovo ceppo di coronavirus, che negli ultimi tre decessi ha provocato crisi respiratorie acute e gravi prima della morte. Ora l’allarme è massimo, anche in ricordo dei danni che fece la SARS, nata nel sud della Cina nel 2002, che infettò migliaia di persone provocando oltre 800 morti.

I coronavirus di solito causano malattie del tratto respiratorio superiore da lievi a moderate, come il comune raffreddore, ma possono anche influenzare il tratto respiratorio inferiore, causando polmonite o bronchite

A Wuhan, la città della Cina centrale dove è emerso il nuovo ceppo, negli ultimi due giorni sono stati segnalati 136 nuovi casi, ha affermato la commissione sanitaria locale, senza fornire dettagli sulle vittime, anche perché al momento la parola d’ordine è ‘No panic’. Nel Guangdong, un uomo di Shenzhen di 66 anni è stato messo in quarantena l’11 gennaio dopo aver avuto la febbre e aver mostrato altri sintomi della malattia già diagnosticata a un totale di 201 persone.

Wuhan è una città di 11 milioni di abitanti che funge da importante snodo dei trasporti, anche durante le vacanze annuali per il Capodanno cinese, quando centinaia di milioni di persone viaggiano attraverso il paese per visitare la famiglia. Qui come a Shenzhen, dove ha riferito che ci sono state segnalazioni di ulteriori otto sospette infezioni

Il Global Times cinese ha dichiarato in un editoriale che il governo doveva divulgare tutte le informazioni e non ripetere gli errori commessi con la SARS.  I Centri della Corea del Sud per il controllo e la prevenzione delle malattie (KCDC) hanno riferito il primo caso confermato del paese lunedì. Si tratta di una donna cinese di 35 anni che era volata da Wuhan all’aeroporto di Seoul Incheon domenica ed è stata messa in isolamento al suo arrivo.

Gli aeroporti nella regione, così come tre negli Stati Uniti, hanno intensificato lo screening sanitario a seguito dell’epidemia


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!