•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

di Paul Marton

Facebook venerdì ha dichiarato che da ieri fino alla fine dell’anno contrassegnerà tutti i post di politici, quindi anche quelli del presidente Donald Trump, che infrangeranno le regole.

Il CEO Mark Zuckerberg precedentemente si era rifiutato di agire contro un post di Trump, nel quale il presidente asseriva che le votazioni per posta avrebbero aumentato le falsificazioni dei risultati

“Le politiche che stiamo implementando oggi sono progettate per affrontare la realtà delle sfide che il nostro Paese sta affrontando e come si stanno manifestando in tutta la nostra comunità”, ha scritto Zuckerberg sulla sua pagina Facebook annunciando i cambiamenti. Con uno scopo ben preciso fare in modo che i social network adottino misure per contrastare la disinformazione relativa alle elezioni. Quindi tutte le fake news, le informazioni, i post sulle votazioni che non offriranno agli utenti informazioni autorevoli verranno “bollate”.

Ma quale sistema adotterà Facebook per identificare i post sui quali mettere il famoso bollino? Tutto sarà opera della buona intelligenza artificiale di Facebook.

All’inizio della giornata, le azioni di Facebook sono scese di oltre l’8%, cancellando circa $ 50 miliardi dalla sua valutazione di mercato e anche quelle di Twitter sono diminuite drasticamente. Unilever ha annunciato un nuovo boicottaggio sul fronte degli annunci pubblicitari su Facebook, Twitter e Instagram affermando di avere preso questa decisione per protestare per la quantità di incitamento all’odio profuso online su questi noti Social Network. Non solo Unilever, che ha sede nei Paesi Bassi e in Gran Bretagna, ma anche inserzionisti di peso hanno annunciato che si ritireranno dalle piattaforme online per lo stesso motivo. E ora i colossi dell’online dovranno fare i conti anche con questo aspetto.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!