•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  

Quella avvenuta stanotte nel porto di Beirut è una delle più grandi esplosioni al mondo mai avvenute in tempo di pace. Cento finora la conta delle persone morte e oltre 4.000 risultano i feriti. Devastata gran parte della capitale libanese. Difficile capire per ora se si tratta di un incidente oppure di un attentato.

Più di 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio altamente esplosivo, l’ingrediente principale nelle bombe di fertilizzanti, sono esplose provocando un incendio si presume provocato da un saldatore lasciato in un magazzino da oltre 6 anni.

Una fitta nuvola rosso-arancione ha avvolto le strade che circondano il porto, dove tutti gli edifici, nessuno escluso, sono rimasti coinvolti in questo grande incendio.

I soccorritori hanno lavorato per tutta la notte e anche stamattina le operazioni di salvataggio e di recupero delle salme non hanno avuto alcuna pausa. Un brutto colpo per un paese già colpito da una crisi economica ultra decennale.

Stamattina gli abitanti di Beirut si sono svegliati con ancora fumo che saliva dal porto. Le strade principali del centro ora sono piene di detriti e quindi sono praticamente non percorribili. Numerosissimi i veicoli danneggiati e le facciate degli edifici che sono riusciti a resistere all’esplosione sono gravemente

Il capo della Croce Rossa del Libano ha dichiarato: “Ciò a cui stiamo assistendo è un’enorme catastrofe. Ci sono vittime e vittime ovunque. ‘ 

Il primo ministro Hassan Diab ha promesso che i responsabili “pagheranno per ciò che è accaduto” e ha invitato i cittadini a lasciare la città a causa dell’aria tossica. 

Gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Francia, gli stati del Golfo e persino il paese rivale, Israele, hanno offerto aiuti al Libano.

Gli scienziati che hanno fatto i primi calcoli sulla potenza della detonazione, hanno detto che ha prodotto un’esplosione equivalente a circa tre chilotoni di TNT – circa un quinto della forza della bomba atomica, tristemente ricordata con il nome ‘Little Boy’, lanciata su Hiroshima nel Secondo Mondo Guerra.

Il presidente Michel Aoun ha dichiarato tre giorni di lutto e ha annunciato che 66 milioni di dollari verranno destinati per fare fronte all’emergenza. 

Il capo della sicurezza generale,Abbas Ibrahim ha affermato in precedenza che il “materiale altamente esplosivo” era stato confiscato anni prima da una nave e al momento non è ancora chiaro perché nel frattempo non sia stato messo in sicurezza.

Il presidente Donald Trump ha definito l’esplosione un “terribile attacco” non casuale aggiungendo che gli Usa avevano già avvertito che poteva verificarsi un danno così grave a causa di una bomba, quindi segnalando un’origine diversa del grave scoppio che poi di è verificato nel cuore della città.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
Translate »
error: Content is protected !!