•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  

di Colin Anthony Groves

Vanificati gli auspici di discesa di contagi di Covid-19 che nelle ultime ore stanno superando i 20 milioni di casi in tutto il mondo proprio quando gli stati Uniti hanno superato quota 5 milioni, registrando il più alto numero di malati, seguiti dal Brasile e dall’India rispettivamente con oltre 3 milioni e oltre 2,2 milioni di casi.

Il dottor Anthony Fauci, ha detto che le possibilità di sviluppare un vaccino altamente efficace in breve tempo contro il virus non sono eccezionali, ma è pur sempre possibile pensare di poterlo fare in circa un anno, un anno e mezzo. Ovviamente secondo Fauci il vaccino non debellerà completamente il virus, ma perlomeno “il vaccino potrà diventare uno strumento per riuscire a far sì che la pandemia non sia più una pandemia, ma che sia qualcosa di ben controllato”, ha sottolineato l’immunologo a CNBC.

Un vaccino potrebbe fregiarsi del titolo di ‘cura altamente efficace’ se riuscisse a raggiungere un’efficacia del 90%. Ma restando con i piedi per terra per gli esperti se fosse efficace almeno al 50%, alla pari dei vaccini antinfluenzali annuali, sarebbe già un bel risultato.

Negli Stati Uniti, sono cinque gli stati, California, Florida, Texas, New York e Georgia, dove sono stati registrati il maggior numero di contagi, ha riferito la CNN.

Più di 730.000 persone sono morte in tutto il mondo da quando il Coronavirus è stato segnalato per la prima volta a dicembre in Cina, dove da allora sono stati segnalati 4.634 decessi su 84.668 casi.

Più di 12 milioni di persone in tutto il mondo si sono riprese dal Coronavirus, di cui oltre 1,6 milioni negli Stati Uniti.

Ora preoccupa il ritorno a scuola

In una scuola in Georgia, nella North Paulding High School dove gli studenti sono tornati a scuola il 3 agosto, sono stati segnalati 9 casi di Coronavirus e la notizia ha fatto molto clamore sulle cronache locali.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha definito ufficialmente il Coronavirus una pandemia globale. il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che l’America era afflitta un’emergenza nazionale, ma nel contempo ha difeso le sue azioni, manifestato molto orgoglio personale per la tempestività dei test messi a punto negli Usa per fronteggiare il Covid-19.

Le critiche di Bill Gates

Entusiasmo non condiviso dal filantropo miliardario Bill Gates che invece ha sottolineato l’incapacità degli Stati Uniti ad andare al passo con le esigenze e i problemi da risolvere. Criticando aspramente la scelta dei test come mezzo di monitoraggio e contenimento dell’infezione causata dal Covid-19.

“Stai pagando miliardi di dollari in maniera errata per ottenere risultati dei test più inutili al mondo”, ha detto Gates domenica su Fareed Zakaria GPS della CNN . 

Gates ha anche parlato di lunghe code nei laboratori e ritardi nell’ottenere i risultati dei test, che significa che “si paga tanto per avere un risultato con tempi lunghissimi”. La tempestività dei risultati? Ce l’ha solo chi è molto ricco e può permettersi una spesa considerevole.

Gli stessi funzionari pubblici statunitensi hanno regolarmente segnalato i ritardi nei risultati dei test negli Stati Uniti come un ostacolo al rapido monitoraggio dei contratti e all’isolamento delle persone infettate dal virus.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
Translate »
error: Content is protected !!