•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

di Colin Anthony Groves

La rissa fuori da un bar di Mykonos, nella quale è stato coinvolto Harry Maguire, il capitano del Man Utd poi arrestato venerdì, pare abbia avuto origine perché voleva difendere sua sorella. Così dice lui. La lite era iniziata per semplici alterchi verso il Manchester Utd pronunciati da un gruppo di ragazzi inglesi che avevano bevuto un po’ troppo. Il capitano della squadra, noto per essere tutt’altro che una testa calda, inizialmente pare non abbia raccolto alcuna provocazione, ma poi quando sua sorella è stata colpita a un braccio con un oggetto appuntito, Maguire non ha saputo trattenersi. Ed è scoppiata la scazzottata.

Harry Maguire con la sorella Daisy
(ph. Instagram)

Il capitano di Man Utd, che è stato tenuto in cella per due notti, venerdì 21 agosto e sabato, 22 agosto, e oggi domenica 23 agosto, è stato rilasciato su cauzione.

Maguire, 27 anni, con indosso una camicia bianca, un berretto da baseball e una maschera anti-Covid-19, è uscito dal tribunale greco visibilmente provato. Chi lo conosce bene dice che ora sia molto dispiaciuto per l’accaduto e anche per la pubblicità negativa che si è riflessa immediatamente sulla sua squadra e su di lui che ne è l’acclamato capitano. Per non parlare del timore delle conseguenze sul fronte giuridico. Al momento il capitano del Manchester Utd è un uomo libero. Martedì, 25 agosto, a Syros, un’isola greca delle Cicladi, nel Mar Egeo, inizierà il processo che lo vedrà come imputato, al quale però pare che lui pare non parteciperà.

Con una nota oggi il Man Utd ha comunicato: “A seguito della comparizione in tribunale di Maguire, ci riserviamo di offrire nuove informazioni in seguito all’aggiornamento del caso per consentire al team legale di esaminare il fascicolo. Harry si è dichiarato non colpevole delle accuse. Sarebbe inappropriato per il giocatore o il club commentare ulteriormente mentre il processo sta facendo il suo corso”.

Anche il Mykonos Voice ha confermato che Maguire sarebbe intervenuto per difendere sua sorella Daisy dopo che quest’ultima è stata colpita al braccio con un “oggetto appuntito”. E nella rissa di massa, scoppiata nel quartiere alla moda di Fabrika, sarebbero poi stati colpiti anche dei poliziotti in borghese del luogo intervenuti per interrompere la lite. Maguire, che guadagna circa 190.000 sterline a settimana, oltre che di rissa aggravata, è stato anche anche accusato di corruzione seriale e violenza e insulto seriale contro i poliziotti. Che secondo la polizia, il capitano avrebbe scaraventato a terra e preso a calci e pugni.

Maguire ora rischia fino a tre anni di carcere se verrà condannato, che per lui significherebbe scrivere la parola fine sulla sua carriera.

Un testimone oculare ha detto al The Sun, che per primo ha riportato la cronaca dell’episodio: “C’era un gruppo di ragazzi che stava cantando dentro il locale, alcuni hanno cominciato a dire F……..United. Maguire, dopo avere sentito gridare a squarciagola questo ritornello, si è arrabbiato e ha cominciato la rissa con i suoi amici. Mentre Harry stava prendendo a calci dei ragazzi nella schiena. Le ragazze urlavano. Poi due agenti di polizia nelle vicinanze sono venuti per cercare di sedare la rissa, ma Maguire si è arrabbiato anche con loro. Dicendo loro: “Vattene a f……………, non sono affari vostri”. Per bloccare Maguire , (N.d.R. 100 kg per 1,94 metri di altezza), sono dovuti intervenire 5 agenti”.

Giovedì scorso, la compagna di Maguire, Fern Hawkins, aveva pubblicato una foto di lei con il suo Harry su Instagram con la didascalia: “Vacanze con te”. Purtroppo per lei e Maguire e non solo – ra i presenti anche la star di Love Island Chris Hughes, 27 anni, l’asso dello snooker Judd Trump, 31 anni, e Lottie Moss, 22 anni, la sorella della top model Kate – finite malissimo.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!