•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  

di PeVanni

Il capitano del Barcellona ha scioccato il mondo del calcio martedì informando i catalani del suo desiderio di lasciare i giganti spagnoli quest’estate scegliendo la formula del trasferimento gratuito. Sfruttando la clausola inserita nel suo contratto che però pare sia scaduto il 10 giugno. Oggi la Liga ha rilasciato una dichiarazione ufficiale sulla clausola rescissoria che attualmente lega il destino di Lionel Messi a quello del Barcellona. Tuttavia, i giganti catalani hanno insistito sul fatto che questa clausola non fosse più valida asserendo che il nazionale argentino non andrebbe da nessuna parte a meno che un club come il Paris Saint-Germain o il Manchester City non sia in qualche modo in grado di raccogliere i fondi per attivare la sua clausola rescissoria.

Poi è arrivata la dichiarazione del Cadena SER che ha affermato che la clausola rescissoria di Messi era effettivamente scaduta alla fine della stagione 2019/20, dando il via a un’infinità di ulteriori rumors. Così oggi per evitare che questa saga vada avanti e continui ad avere come protagonista, suo malgrado, La Pulce, LaLiga si è espressa con una nota pubblica:

Cosa ha dichiarato oggi LaLiga

In relazione alle diverse interpretazioni (N.d.R. alcune delle quali contraddittorie tra loro) pubblicate nei giorni scorsi su diversi media, relative alla situazione contrattuale del giocatore Lionel Andrés Messi con l’FC Barcelona, ​​La Liga tiene a precisare che per quanto riguarda il contratto del giocatore con il suo club:

Il contratto è attualmente in vigore e prevede una “clausola risolutiva” applicabile al caso in cui Lionel Andrés Messi decida di attivare la risoluzione unilaterale anticipata del contratto, eseguita ai sensi dell’articolo 16 del regio decreto 1006/1985, del 26 giugno, che regola il rapporto di lavoro speciale degli atleti professionisti.

In conformità con le normative applicabili, e seguendo la procedura corrispondente in questi casi, La Liga non effettuerà la procedura di visto preliminare per l’allontanamento del giocatore dalla federazione se non verrà precedentemente pagato l’importo di detta clausola.

Che significa che il Manchester City dovrà pagare la clausola di rilascio di 630 milioni di euro per avere la stella argentina e e portarlo via dal Barcellona. 

Quanto val Messi

Messi costa 63 milioni di dollari all’anno, cifra che include lo stipendio di base e i ricavi per i diritti di immagine. Tuttavia, i bonus legati alle prestazioni e altri accordi di sponsorizzazione potrebbero questa cifra a circa 94 milioni di dollari l’anno. Senza contare che poi In caso di una stagione eccezionale se La Pulce vincesse il Pallone d’Oro, oppure ricevesse altri premi o segnasse un numero eccezionale di gol, potrebbe guadagnare più di 110 milioni di dollari in una stagione.

Stamattina, Messi si è rifiutato di presentarsi ai test del Coronavirus che il Barcellona ha chiesto di fare a tutti i giocatori della squadra, il che significa per lui che non potrà prendere parte alle prime sessioni di allenamento della stagione 2020-21 che iniziano domani.  Attualmente il record complessivo di gol finora fatti in tutta la sua carriera per Messi oltrepassa quota 600 , ai quali occorre aggiungere oltre 33 trofei importanti con i catalani. La stella argentina ha anche vinto sei Palloni d’Oro nel corso della sua carriera.

Quale sarà la prossima mossa del campione?

Ora occorre aspettare la prossima mossa di Messi: se opterà per le vie legali, oppure se cercherà una conciliazione. Altrimenti dovrà restare nel Barcellona, perché nessuno può sborsare quasi 700 milioni di clausola rescissoria stipulata con il club blaugrana per averlo tutto per sé.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
Translate »
error: Content is protected !!