[gtranslate] ARMANI ECCO COME PRESENTERÀ LE SUE SFILATE DURANTE LA FASHION WEEK MILANESE - WHAT-U

L’annuncio era già stato dato lo scorso maggio, ma a ridosso dell’inizio della Fashion Week a Milano l’ufficio stampa di Giorgio Armani ha annunciato le modalità secondo le quali la griffe sarà presente le sfilate di prêt-à-porter uomo e donna.
“Considerato, a malincuore, che la situazione legata alla pandemia ancora in atto non consente di mettere in scena gli show come in passato”, dice la nota, “lo stilista ha scelto due modi differenti di proporre le
collezioni, senza presenza di pubblico”.

Emporio Armani / Building Dialogues


Le collezioni Emporio Armani uomo e donna primavera/estate 2021 saranno presentate in digitale con un video speciale giovedì 24 settembre alle ore 11.30 su emporioarmani-buildingdialogues.com, il mini sito dedicato al progetto, sui canali social del marchio e sulla piattaforma di Camera Nazionale della Moda Italiana. Nel video, girato nel quartier generale di via Bergognone, oltre ai modelli, indosseranno abiti Emporio Armani anche giovani attori, cantanti, ballerini e personaggi appartenenti ai mondi da sempre legati alla grande community del brand. Il contesto architettonico, con i suoi building, è una superficie dinamica che, insieme ai protagonisti e allo spettatore, contribuisce a costruire dialoghi simbolici di apertura verso l’altro e verso il mondo.

Giorgio Armani / Timeless Thoughts


La sfilata primavera/estate 2021 Giorgio Armani uomo e donna sarà trasmessa integralmente, per la prima volta in assoluto, in televisione, sabato 26 settembre in prima serata su La7 e in contemporanea su armani.com, sui canali social del marchio e sulla piattaforma di Camera Nazionale della Moda Italiana. Gli abiti delle collezioni in passerella, come pensieri senza tempo, riflettono l’idea dello stile secondo Giorgio Armani. La decisione dello stilista è stata presa per permettere che il défilé, registrato a ‘porte chiuse’, possa raggiungere il grande pubblico.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY