TRUMP HA SCELTO AMY CONEY BARRETT ALLA GUIDA DELLA CORTE SUPREMA, AL POSTO DELLA GINSBURG

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A pochi giorni dalla scomparsa del giudice liberale Ruth Bader Ginsburg, il presidente Donald Trump ha trovato il suo sostituto da nominare alla guida della Corte Suprema. Si tratta del giudice Amy Coney Barrettsecondo quanto riportato venerdì sera da diversi organi di stampa.

Fonti vicine al presidente hanno detto al New York Times che Trump ha incontrato la Barrett questa settimana e ne è rimasto molto colpito. Nel 2017 Trump l’aveva nominata a capo della settima corte d’appello del circuito, come un erede ideologico del giudice conservatore Antonin Scalia. 

Se confermata, il giudice di 48 anni sposterà decisamente a destra l’equilibrio ideologico della Corte, dando ai conservatori una maggioranza del 6-3. 

La decisione dei repubblicani di votare il candidato di Trump così presto prima delle elezioni ha fatto infuriare i democratici, poiché è un’inversione della posizione del GOP del 2016 secondo cui i candidati alla Corte Suprema non dovrebbero essere presi in considerazione durante l’anno elettorale. 

Democratici e gruppi di difesa progressista hanno condannato duramente la scelta di Trump. Hanno espresso preoccupazione per le future decisioni della nuova Corte in materia di assistenza sanitaria, diritti di voto, diritti riproduttivi e diritti dei lavoratori.

“Barrett è il terzo giudice anti-aborto che Trump ha nominato alla Corte, dopo i giudici Neil Gorsuch e Brett Kavanaugh. Devota cattolica, la Barrett sostiene che la vita inizi al concepimento e ha definito l’aborto ” sempre immorale “.

Va anche detto però, che l’opinioni della Barrett sull’aborto non sono in linea con le opinioni della maggior parte degli americani. Basta dire che il 61% afferma che l’aborto dovrebbe essere legale in tutti o nella maggior parte dei casi. Anche sul fronte dell’Affordable Care Act, noto anche come Obamacare, la Barrett è in disaccordo. Lo ha anche ammesso pubblicamente schierandosi sul fronte opposto del giudice capo John Roberts nel 2012 che invece era a favore dell’Obamacare.

La Barrett ha anche attirato l’attenzione delle cronache per la sua appartenenza a un piccolo gruppo religioso chiamato ‘People of Praise’. Il New York Times ha riferito nel 2018 che il gruppo in gran parte cattolico “insegna che i mariti sono i capi delle loro mogli e dovrebbero assumere l’autorità sulla famiglia”. 

La maggioranza degli americani – il 57% – afferma che il vincitore delle elezioni presidenziali dovrebbe scegliere il sostituto della Ginsburg, secondo un sondaggio del Washington Post / ABC News e come anche avrebbe voluto la stessa Ginsburg. 

Nell’ultima settimana, i Democratici hanno raccolto quasi 200 milioni di dollari, un’ondata di denaro senza precedenti. Queste non saranno solo le elezioni più combattute nella storia degli Usa, ma anche quelle che lasceranno un segno nella storia del Paese.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!