[gtranslate] ARMANI OFFICIAL OUTFITTER DELLA SQUADRA OLIMPICA ITALIANA FINO AL SETTEMBRE 2022 - WHAT-U

È stato siglato oggi il prolungamento dell’accordo di partnership tra Giorgio Armani e il CONI. EA7 Emporio Armani si conferma official outfitter della squadra Olimpica italiana fino a settembre 2022 e vestirà quindi l’Italia Team non solo ai Giochi Olimpici di Tokyo, in programma dal 23 luglio all’8 agosto prossimi, e per i quali sono già state presentate le
divise il 15 giugno 2019, ma anche ai Giochi Olimpici Invernali di Pechino, in programma dal 4 al 20 febbraio 2022.
Continua così la collaborazione tra Giorgio Armani e il CONI, avviata per la prima volta in occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012 e proseguita con l’edizione invernale di Sochi 2014, quella estiva di Rio 2016 e ancora quella invernale di Pyeongchang 2018.


“Sono orgoglioso di rinnovare l’accordo con il CONI, una collaborazione ormai di lunga data, proprio in questo momento. I valori di lealtà, impegno, dedizione e lavoro di squadra sono espressione delle più alte qualità umane, in qualsiasi ambito. Lo sport ha anche la fortuna di veicolare al più ampio pubblico un messaggio così importante, il che rende questo accordo davvero fondamentale. Le Olimpiadi di Tokyo si annunciano come un
momento di rinascita, e sarò felice di prendervi parte come official outfitter della nostra nazionale”, ha dichiarato Giorgio Armani.

“Abbinare ancora per due anni l’immagine del CONI e dell’Italia Team ad Armani è la notizia più bella che potevamo dare per lasciarci alle spalle il 2020 e guardare al futuro con gioia e serenità. Ringrazio personalmente Giorgio Armani, al quale sono legato da un rapporto di amicizia di lunga data, che ha voluto prolungare questa partnership che ci consente di vincere, prima di iniziare a gareggiare, la medaglia d’oro dell’eleganza. Da Tokyo partirà una nuova era dello sport e sapere di avere un brand come Armani al nostro fianco ci rende orgogliosi della nostra italianità”, ha commentato Giovanni Malagò, presidente del CONI. 



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY