[gtranslate] LA PANDEMIA SPINGE ANCHE I VIP A CERCARE CASE PIÙ GRANDI. SARÀ QUESTO IL MOTIVO PER CUI CARA E POPPY DELEVINGNE VENDONO LA LORO CASA DA SOGNO? (COSTO: 3,75 MILIONI DI DOLLARI!) - WHAT-U

Ecco le sorelle Cara e Poppy Delevingne a bordo piscina nella loro casa di Los Angeles
ph. Trevor Tondro (https://www.architecturaldigest.com)

di Patrizia Vassallo

Le sorelle Cara e Poppy Delevingne la scorsa settimana hanno messo sul mercato la loro casa di Los Angeles, acquistata soli 4 anni fa a 3,75 milioni di dollari. Una cifra da brividi per chi non appartiene al mondo del jet set, e secondo alcuni esperti del settore anche troppo alta per una modesta casa in stucco imbiancato seppure nell’ indoor offra molte sorprese spiega chi l’ha visitata . Difatti basta varcare l’ingresso e percorrere un piccolo corridoio per trovarsi in una sala da pranzo, con un soffitto e tutto, in vernice smeraldo lucida, illuminata da un lampadario in rattan.  Nel soggiorno dominano rivestimenti in velluto rosa e verde come nel resto della casa tessuti e rivestimenti murali che rappresentano foglie di banana e palma. Originali anche i lavandini made in Marocco che Poppy ha acquistato durante la sua luna di miele a Marrakech e poi gli ombrelloni all’esterno che regalano un sapore Slim Aarons.

La casa dispone di quattro camere da letto, e in ognuna delle quali l’estro del design spensierato delle sorelle Delevigne è quasi un leit motiv, un inconfondibile fil rouge che ne esalta l’originalità. Si va dalla carta da parati tropicale con tucani e macachi dipinti a mano a uno scontro di motivi geometrici in una camera da letto più scura a tema Art Déco. C’è anche un bar con temi più tropicali e una sala che potrebbe essere utilizzata come studio di registrazione e un meraviglioso balcone al secondo piano che si affaccia sulla zona della piscina, dotata pure di Spa.

ph. Trevor Tondro (https://www.architecturaldigest.com)

Una casa da condividere con tutta la famiglia quindi anche con i rispettivi congiunti e amici, questo avevano raccontato le sorelle Develigne durante un’intervista dell’agosto del 2019 con Architectural Digest 2019. “LA può essere un posto solitario”, aveva raccontato ad Architecturaldigest.com, Cara. “Devi davvero fare uno sforzo per entrare in contatto con le persone. Dato che ognuno di noi veniva sempre qui per un motivo o per l’altro, stare con la famiglia aveva semplicemente senso”. Una “casa dei sogni” che con sorpresa di molti ora hanno deciso di mettere in vendita. Un trend che ha contagiato molti vip che vivono a Los Angeles, una città ha visto aumentare le compravendite e i prezzi perché a causa della pandemia, ora sono molti i vip che rivalutano i loro stili di vita e cercano case più grandi per lavorare da remoto.

A gennaio, le case di lusso nella contea di Los Angeles hanno registrato prezzi che oscillavano dai 2 milioni ai 4,99 milioni di dollari a corpo, e l’offerta di immobili rispetto al gennaio del Duemila si è implementata del 73%, secondo un rapporto della scorsa settimana di Douglas Elliman e Miller Samuel.

Secondo i recenti dati di realtor.com, il prezzo medio di una casa di lusso a Los Angeles a gennaio ha raggiunto quota 1,15 milioni di dollari con un aumento del 22% rispetto a un anno fa.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY