LA STRETTA DELLA CINA SU TAIWAN

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con un numero record di voli militari nell’ultima settimana, la Cina ha intensificato la sua presenza a Taiwan. Lunedì l’esercito cinese ha inviato ben 58 aerei da guerra, tra cui 12 bombardieri con capacità nucleare, all’interno della zona di difesa aerea dell’isola, ha affermato il ministero della Difesa della piccola nazione insulare.

Le incursioni di lunedì, in due tornate, sono state le più grandi di quella che viene considerata “una campagna di coercizione” diretta da Pechino. Gli Stati Uniti sono molto preoccupati per queste azioni militari della Repubblica popolare cinese vicino a Taiwan, perché sono destabilizzanti e rischiano di minare la pace e la stabilità regionale”, ha dichiarato sabato il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price. “Esortiamo Pechino a cessare la sua pressione e coercizione militare, diplomatica ed economica contro Taiwan”, ha concluso. I media statali cinesi hanno affermato che il caotico ritiro militare degli Stati Uniti dall’Afghanistan aveva già lasciato intendere che l’amministrazione di Biden non avrebbe mai dato una mano al suo alleato. Ergo i leader taiwanesi saranno abbandonati dagli Stati Uniti esattamente come è accaduto ai leader afghani quando il loro paese è stato conquistato in 11 giorni. Le crescenti incursioni aeree fanno parte di quelle che i media statali cinesi hanno definito esercitazioni militari di normale routine. Ma il pericolo maggiore ora è quello che scoppi un conflitto più esteso.

“Il Partito Comunista Cinese sta usando questa cruda pressione militare, che include una massiccia e insidiosa campagna politica globale di propaganda per cancellare qualsiasi riconoscimento di una Taiwan libera”, ha proseguito Fisher. Insomma la Cina si sta chiaramente preparando per la guerra per distruggere il futuro democratico scelto dalla stragrande maggioranza dei taiwanesi’, ha detto Fisher sul Washington Post. “Gli Stati Uniti dovrebbero prendere in considerazione una nuova relazione con Taiwan per sconfiggere e quindi scoraggiare un’invasione cinese”.

Il Global Times, il quotidiano del Partito comunista cinese, ha affermato che lo sforzo aereo è “una chiara e inconfondibile dichiarazione della sovranità della Cina sull’isola”. “Gli aerei da guerra che si sono radunati sullo stretto di Taiwan sono stati probabilmente spediti da diversi aeroporti, dimostrando la forte capacità del PLA di formare un attacco aereo in tempo di guerra” asseriva il quotidiano sulle sue pagine di cronaca la scorsa settimana,

Il generale in pensione HR McMaster, ex consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Trump, lunedì ha avvertito che gli Stati Uniti e i loro alleati stanno avendo relazioni molto pericolose con la Cina. Lasciando intendere che questo potrebbe non escludere un nuovo approccio, più bellicoso. Il presidente cinese Xi Jinping al momento pare non avere accusato contraccolpi e conseguenze sul fronte internazionale.  Mr. Price , il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, ha affermato che gli Stati Uniti hanno un interesse costante nella pace e nella stabilità nello stretto di Taiwan. “Continueremo ad assistere Taiwan nel mantenere una capacità di autodifesa sufficiente”, ha affermato, facendo presente che il Taiwan Relations Act del 1979 prevede la vendita di armi difensive a Taiwan. “L’impegno degli Stati Uniti a Taiwan è solido e contribuisce al mantenimento della pace e della stabilità nello stretto di Taiwan e all’interno della regione”, ha affermato Price. “Continueremo a stare con amici e alleati per promuovere la nostra prosperità, sicurezza e valori condivisi e approfondire i nostri legami con la democratica Taiwan “. Taiwan, sulla carta la Repubblica di Cina, de facto lo Stato insulare costituito dal gruppo di isole di Formosa, Penghu, Kinmen e Matsu, nella sua costituzione ha sempre rivendicato la sua sovranità. Nel settembre del 2019 Taiwan è stata riconosciuta da 15 Stati in tutto il mondo, tra i quali la Santa Sede.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!