LOREDANA BERTÉ A VERISSIMO: “LIGABUE È UN UOMO STREPITOSO, AVERCENE DI UOMINI COSÌ”


Loredana Bertè, oggi sarà ospite di Verissimo e nel corso dell’intervista con Silvia Toffanin la cantante farà alcune rivelazioni molto personali. Ecco alcune anticipazioni che partono proprio dal singolo Ho smesso di tacere scritto appositamente per lei da Luciano Ligabue. Quel singolo è nato dopo l’intensa intervista che Loredana rilasciò proprio alla Toffanin nel settembre 2020 nel corso della quale la cantante confessò per la prima volta l’abuso sessuale subito da ragazzina: “Ligabue mi ha regalato una perla di canzone contro la violenza sulle donne. Tutto è nato dopo la nostra intervista, quando l’ha vista è rimasto così basito che mi ha mandato immediatamente il suo brano”.

La Bertè dopo aver letto il testo ha provato una fortissima emozione: “Quando l’ho ricevuta ho pianto perché mi ci sono ritrovata. Ho avuto un flashback: ero adolescente, ero ingenua e non ho denunciato. Ho trovato il coraggio di farlo in questa trasmissione”. E su Ligabue, la rocker conclude: “Luciano è un uomo strepitoso. Ha una sensibilità pazzesca, avercene di uomini così attenti verso le donne”.

Una vecchia amicizia quella tra la Berté e il musicista i cui destini musicali si sono intrecciati anche nel 1993 quando la Bertè dopo avere duettato con Mia Martini al Festival di Sanremo in Stiamo come stiamo, annunciò un nuovo corso musicale con l’album Ufficialmente dispersi, uno dei suoi lavori più convincenti, di cui la cantante era anche autrice di quasi tutti i testi eccetto l’omonimo singolo che aveva la firma di Ligabue. “Un disco di rabbia e disagio che coniuga musica moderna a pulsioni antiche, viscerali e al recente impegno politico e civile della Bertè”.

E per lei Ligabue scrive un altro singolo, pubblicato l’11 marzo del 2015, È andata così, (che anticipa l’uscita dell’album Amici non ne ho… ma amiche sì!), che rappresenta un po’ il resoconto della carriera della Bertè e l’intenzione di volerla proseguire ancora.

Quando nel 2014 ha festeggiato i suoi 40 anni di carriera, Loredana ha detto: “E’ andata così. Non ho ancora fatto pace con la vita. Il dolore non se ne va e il tempo non cancella. Dopo la morte di mia sorella mi sono alzata ogni santa mattina solo per respirare e sopravvivere. Piena di rimorsi per quei ‘ti voglio bene’ che non ho detto. Oggi canto di nuovo, la voce è molto meglio di quando avevo 20 anni. Mi piace pensare a una cosa bella che mi ha detto Ligabue, che sente molto Mimì nella mia voce”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!