A TU PER TU CON ZUCCHERO CHE PARLA DEL SUO NUOVO ALBUM “DISCOVER”


Zucchero
ph. What-u.com

Zucchero torna a fare parlare di sé con Discover il suo nuovo progetto discografico uscito oggi in formato cd, doppio LP e in digitale, ed esclusivamente su Amazon è disponibile anche una versione autografata del cd e una versione autografata del doppio lp di colore nero. Si tratta del suo primo album di cover della sua carriera, con 13 brani iconici di grandi artisti “scelti fra oltre 500” spiega Zucchero, “con non pochi dubbi sulla scelta finale. Non è stato facile perché ho dovuto lasciare indietro brani che ho amato esattamente come quelli che ho scelto. Seguendo l’istinto delle mie due anime quella della musica afro-americana e quella italiana. Ho scelto brani che volevo rivalutare, non perché non avessero avuto successo quando sono usciti. Fiore di maggio (Fabio Concato, Ndr) è stata una delle prime che ha catturato la mia attenzione. E devo ammettere che è stato più difficile scegliere i brani italiani rispetto a quelli stranieri”. Tra i brani italiani c’è anche quello del cantautore Fabrizio De André, Ho visto Nina volare. Tutto merito di Dori Ghezzi (moglie del grande cantautore genovese scomparso nel 1999), che gli ha segnalato il brano di Fabrizio, che Zucchero ha poi cantato la prima volta a Genova in occasione di un tributo a De André. “Le note musicali fra me e Fabrizio erano distanti”, spiega il musicista, “però avevo capito che questo brano aveva qualcosa di particolare nel ritmo e una sensualità che mi ha conquistato. Perciò dopo ho cercato di farla mia e quando l’abbiamo riprodotta e riarrangiata a un certo punto ho sentito la necessità di fare entrare la voce originale di Fabrizio, una sorta di cameo, che quando si sente regala un’enfasi particolare al brano, perché quando senti la sua voce è come se ti arrivasse un vento caldo dietro la schiena”. Anche Mahmood è entrato nelle mire di Zucchero, e con Mahmood ha suonato Natural Blues, versione di Moby del brano Trouble So hard di Vera Hall. “Ne ho visto il talento, mi piace il timbro della sua voce molto soul, nonostante la sua musica sia molto diversa. Lui ha questa padronanza di volteggiare con grappoli di note molto fluidi. Con lui ho lavorato in studio, e ho avuto la prova anzi la riprova che è veramente ben dotato e che la sua voce per me è soul. Gli ho inviato 5-6 brani e poi la canzone da inserire dentro Discover, l’ho fatta scegliere a lui”. Tra i brani non inseriti, racconta il musicista Honky Tonk Women dei Rolling Stones che avrebbe voluto suonare con i Måneskin. “Ma erano in giro e non abbiamo potuto farlo”. Importanti le collaborazioni poi con Bono in Canta la Vita (versione italiana con il testo a firma di Zucchero della canzone di Bono Let your love be known) e con Elisa in Luce (Tramonti a Nord Est), canzone del 2001 scritta assieme all’artista.

video

Riguardo al tributo musicale più bello che ha fatto alle donne, Zucchero non ha dubbi. “È Donne“, il cui testo è stato scritto da Alberto Salerno e la musica da lui.

 Il brano fu presentato al Festival di Sanremo 1985, ma anche se si classificò al penultimo posto, ottenne un notevole successo radiofonico. “Sì, la rifarei”, dice Zucchero, “perché è un brano che raffigura le donne con una sensibilità femminile molto particolare. Di sicuro oggi non aggiungerei il ‘dududu’… oramai ho 66 anni”, aggiunge ridendo.

Poi una breve parentesi sui genitori e parlando del padre, Zucchero ricorda di quella volta che suo papà si è commosso quando lo ha visto in Tv al Pavarotti & Friends. Episodio che gli ha raccontato la mamma perché il suo babbo con lui non lasciava trasparire certe emozioni. Aggiungendo che da uomo pratico e con i piedi ben piantati per terra com’era, poiché era un po’ scettico verso il mondo dello spettacolo oggi se fosse ancora vivo, vedendolo in Tv direbbe: “Mah, speram c’al dura”. Poi Zucchero torna a parlare dell’album e racconta che per la cover del suo nuovo album si è fatto ritrarre dal noto fotografo Daniele Barraco, su un ghiacciaio sopra Berna in Svizzera, “il ghiacciaio più largo d’Europa”, sottolinea. “Non c’era tempo eravamo in tournée”. Un must per quel servizio la sua coperta colorata che Zucchero si è fatto portare da casa. Per fare una foto mentre camminava sopra il ghiacciaio, immagine che poi ha ricevuto l’ok  per la cover di Discover. “Mi piaceva l’idea di contrastare il bianco candido della neve con colori un po’ acidi”.

Poi Zucchero poi parla della collaborazione musicale con Eric Clapton assieme al quale è nata l’idea di fare un double disc. “Faremo un concerto a Berlino il prossimo 29 maggio alla Waldbühne di Berlino, location considerata uno dei posti più belli d’Europa per i concerti open-air. È già tutto sold out, speriamo di partire senza altri stop”, aggiunge. “E poi” dice, “so che non sarò popolare per alcuni in questo momento, ma farsi il vaccino è l’unica strada per uscire da questa pandemia che ci ha fermati tutti e bisogna farlo”.

Discover tracklist

  1. Amore adesso (No Time for Love Like Now)
  2. Canta la vita (Let Your Love Be Known) con BONO
  3. The scientist
  4. Wicked game
  5. Luce (Tramonti a Nord Est) feat ELISA
  6. Follow you follow me
  7. Natural blues feat MAHMOOD
  8. Fiore di maggio
  9. Human
  10. Con te partirò
  11. High flyin’ bird
  12. Ho visto Nina volare feat FABRIZIO DE ANDRÉ
  13. Lost boys calling

Discover versione box tracklist

  1. Old Town Road
  2. Motherless Child
  3. Lotus Flower feat HOTEI
  4. Silent Night
  5. Everybody’s Got To Learn Sometime feat BEN ZUCKER

Zucchero tornerà live in anteprima esclusiva all’Arena di Verona, con i suoi 14 show previsti nei mesi di aprile e maggio 2022. Queste le 14 date previste all’Arena di Verona nel 2022:

25 aprile 2022  Arena di Verona (recupero data 24 settembre 2020 e 25 aprile 2021)

26 aprile 2022  Arena di Verona (recupero data 25 settembre 2020 e 27 aprile 2021)

27 aprile 2022  Arena di Verona (recupero data 26 settembre 2020 e 28 aprile 2021)

29 aprile 2022  Arena di Verona (recupero data 22 settembre 2020 e 23 aprile 2021)

30 aprile 2022 – Arena di Verona (recupero data 23 settembre 2020 e 24 aprile 2021)

1 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 1 ottobre 2020 e 2 maggio 2021)

2 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 2 ottobre 2020 e 4 maggio 2021)

4 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 3 ottobre 2020 e 5 maggio 2021)

5 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 4 ottobre 2020 e 6 maggio 2021)

6 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 6 ottobre 2020 e 7 maggio 2021)

7 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 7 ottobre 2020 e 8 maggio 2021)

8 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 30 settembre 2020 e 1 maggio 2021)

10 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 27 settembre 2020 e 29 aprile 2021)

11 maggio 2022  Arena di Verona (recupero data 29 settembre 2020 e 30 aprile 2021)

I biglietti precedentemente acquistati restano validi per le nuove date corrispondenti. Per informazioni sui biglietti consultare www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!