CINA PUNTA A RIEMPIRE I VUOTI LASCIATI DALLA AZIENDE CHE HANNO DETTO ADDIO ALLA RUSSIA E ORA STANNO ADOTTANDO NUOVI METODI DI PAGAMENTO PER ELUDERE LE SANZIONI - WHAT-U

L’ambasciatore cinese in Russia Zhang Hanhui
(ph. Servizio stampa dell’Ambasciata cinese a Mosca)

Molte sono le piccole e medie società private cinesi interessate a colmare il vuoto lasciato dalle multinazionali tra queste Coca-Cola, Ford, e altre società occidentali che si sono ritirate dalla Russia a causa della guerra contro l’Ucraina. Per esempio, l’imprenditore cinese Li Dan, abile commerciante noto per la produzione di componenti per auto per marchi americani ed europei, ha deciso di riattivare gli scambi commerciali con Mosca. “Le auto americane ed europee in Russia avranno bisogno di riparazioni ad un certo punto, e questo sarà un problema in futuro”, ha detto Li. “Quei concessionari che importano direttamente automobili o parti dal mercato statunitense o dell’UE, d’ora in poi dovranno cercare una cooperazione più stabile dalla Cina a causa delle sanzioni”. E ciò rappresenterà un’opportunità per i marchi cinesi di entrare nel mercato russo e alcuni hanno già iniziato”, ha aggiunto.

L’ambasciatore Zhang Hanhui, politico, diplomatico cinese, attualmente in servizio come ambasciatore cinese in Russia, in precedenza viceministro degli Affari esteri e ambasciatore cinese in Kazakistan, tramite il suo account ufficiale su WECHAT ha parlato di una dozzina d’affari da non perdere. “L’attuale situazione internazionale è complessa. Le grandi aziende devono affrontare grandi sfide o addirittura interruzioni nei pagamenti e nelle catene di approvvigionamento”, ha affermato Zhang, via Social, “questo è un momento in cui le piccole e medie imprese private potrebbero svolgere un ruolo importante”.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin, in una recente conferenza a Pechino ha detto che “Cina e Russia stanno conducendo una reciprocamente vantaggiosa in economia e commercio”, senza citare l’incontro dell’ambasciatore a Mosca. L’ambasciata cinese a Mosca e in Russia la Confucio Culture Promotion Association non hanno risposto alle richieste di commento.

Il presidente Joe Biden ha avvertito il suo omologo cinese Xi Jinping che se Pechino sosterrà l’invasione dell’Ucraina sarà colpita da sanzioni al momento non specificate . Anche il Giappone, l’Unione Europea, il Regno Unito e altri Paesi hanno iniziato una guerra commerciale contro la Russia per spingerla verso una risoluzione.

Alicia Garcia Herrero, capo economista di Natixis SA Asia Pacific, ha espresso dubbi riguardo la spinta a coinvolgere le piccole imprese cinesi in Russia. “Navigare tra le sanzioni è lo stesso per tutti”, ha detto. “La mia sensazione è che queste piccole aziende private ascolteranno il messaggio, ma saranno molto riluttanti a meno che non vedrano le più grandi aziende sostenute dallo stato cinese andare avanti”. Zhang però ha fatto anche sapere che il governo cinese sta trovando modi per adattarsi alle sfide logistiche e di pagamento tenuto conto dell’ipotesi di trovarsi in un eventuale regime di sanzioni.

“Nella complessa situazione geopolitica, le grandi aziende devono affrontare molte difficoltà, o addirittura interruzioni, nelle catene di pagamento e di approvvigionamento”, ha affermato Zhang durante un incontro con i rappresentanti delle imprese locali all’inizio di questo mese. Questo è esattamente il momento in cui le imprese private e le piccole e medie imprese giocano un ruolo”, ha aggiunto l’ambasciatore. “Il paese sta smussando tutti i tipi di canali, in particolare nei pagamenti e nella logistica, e sta costruendo nuove piattaforme”.

Wang Chuanbao, presidente della Federazione dei cinesi d’oltremare a Mosca, ha anche detto al Post che il divario lasciato dalle aziende occidentali in Russia ha portato a uno squilibrio tra domanda e offerta, generando indubbiamente nuove opportunità di business. “Ma le sanzioni questa volta sono più severe ed espansive”, ha aggiunto Wang. “I commercianti cinesi devono dedicare un po’ di tempo a considerare attentamente i modi per colmare questi buchi nel settore e assicurarsi un posto nel mercato russo. “Aiuteremo attivamente le aziende cinesi in arrivo nello studio e nella collaborazione con il mercato russo, oltre a esplorare modi per lavorare con le aziende russe.

Anche Liu Yunpeng, un importatore alimentare cinese con sede in Russia, ha visto un vantaggio per la sua attività in mezzo alle sfide a breve termine, incluso il deprezzamento del rublo russo. A causa delle sanzioni, molti noti marchi occidentali si sono ritirati dalla Russia, lasciando un enorme mercato da riempire con i marchi cinesi, ha affermato Liu. “La mia azienda importa cibo cinese e baijiu in Russia dal 2014 e, poiché la partnership strategica tra Cina e Russia ha continuato ad approfondire, ho sentito appieno il potenziale espansivo del cibo cinese in Russia”, ha affermato. Per gli uomini d’affari cinesi, il calo del rublo e l’inflazione in aumento fino al 30% hanno anche portato a una contrazione delle vendite e dei ricavi, a un aumento dei tassi di prestito e a una crescente richiesta da parte dei dipendenti russi di aumento della retribuzione. Inoltre, poiché l’Occidente ha escluso alcune banche russe dal sistema di messaggistica finanziaria Swift, molte transazioni non possono più essere pagate con dollari USA ed euro, che sono stati utilizzati nella maggior parte delle transazioni commerciali tra Cina e Russia. Tuttavia, per Li, i cui clienti erano stati riluttanti a passare allo yuan cinese, l’allontanamento dal dollaro USA ha creato un’opportunità inaspettata. “Abbiamo esortato i nostri clienti a pagare con [lo yuan] per molto tempo a causa dei tassi di cambio instabili, ma non è mai successo perché i clienti non volevano affrontare il problema di aprire nuovi conti bancari”, ha aggiunto Li . “Ma quando le banche dei nostri clienti sono state sanzionate, hanno trovato subito banche disponibili a supportare le loro transazioni in [yuan] e le nostre attività sono tornate alla normalità in circa una settimana”.

Queste opportunità di mercato che si sono create grazie al ritiro dei marchi occidentali pare possano interessare solo le imprese private e le piccole e medie imprese. Le grandi imprese statali (SOE) in Cina rimarranno sembrano infatti diffidenti nel violare le sanzioni occidentali, ha affermato Zhuang Bo, economista cinese presso la società di investimento Loomis, Sayles & Company. “Le aziende cinesi in alcuni settori di nicchia trarranno vantaggio in particolare dal fatto che l’UE e gli Stati Uniti lascino i mercati russi, come i ricambi auto, gli alimenti, le forniture mediche e i componenti delle infrastrutture”, ha affermato Zhuang. “Il commercio tra i due paesi aumenterà sicuramente di dimensioni nei prossimi due anni e anche il ritmo aumenterà”. La Cina è stato il principale partner commerciale della Russia per 12 anni consecutivi e il commercio bilaterale tra i due paesi ha superato i 147 miliardi di dollari nel 2021, con un aumento del 35,9% rispetto all’anno precedente, secondo i dati del Ministero del Commercio cinese.

Mentre la pressione occidentale è aumentata affinché la Cina prenda una posizione chiara contro Mosca, la Cina ha promesso di continuare a fare affari con la Russia nell’ambito di una partnership definita da entrambi i paesi strategica. “Le aziende non stanno attivamente cercando di violare le sanzioni”, ha affermato Zhuang. “Invece, stanno cercando di trovare modi nascosti per lavorare dietro le quinte. Le società più piccole e di proprietà privata con metodi di pagamento e logistica più flessibili sono quelle che potrebbero sfruttare efficacemente la finestra di opportunità”, ha aggiunto Zhuang. Alla domanda sul ruolo delle PMI cinesi in Russia, il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha affermato la scorsa settimana che “Cina e Russia hanno collaborato in economia e commercio sulla base del rispetto reciproco e dei vantaggi reciproci”, senza approfondire l’incontro dell’ambasciatore a Mosca .”Nel complesso, siamo ancora nella fase iniziale dello sviluppo e non ci sarà nulla di rivoluzionario nel breve termine”, ha detto Zhuang.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!