RUSSIA DECLASSATA DA STANDARD & POOR’S


Lviv, una delle città sotto attacco

I soldati russi che hanno scavato le trincee vicino alla centrale nucleare di Chernobyl hanno non più di un anno di vita. Lo ha detto il ministro dell’Energia ucraino, German Galushchenko, secondo quanto riferisce su Twitter il ministero della Difesa di Kiev. I soldati russi non sono stati impegnati solo a scavare trincee in una zona altamente contaminata come la foresta intorno alla centrale nucleare, ma hanno commesso anche azioni poco avvedute, come toccare a mani nude materiale radioattivo, racconta un ingegnere ucraino della centrale al New York Times.

“Un soldato russo di un’unità di protezione chimica, biologica e nucleare ha prelevato a mani nude una fonte di cobalto-60 in un deposito di rifiuti nucleari, esponendo se stesso ad una tale radiazione in pochi secondi da far schizzare il contatore Geiger (strumento di misura delle radiazioni ionizzanti)”, ha raccontato Valeriy Simyonov, ingegnere capo per la sicurezza della centrale. Non è chiaro, ha aggiunto, cosa sia accaduto all’uomo.  

Cremlino contro Youtube

Oggi Mosca ha accusato il servizio video Youtube, di proprietà del gigante americano Google, di avere bloccato l’account del canale della camera bassa del Parlamento russo, “Duma-TV”, e ha promesso ritorsioni. Il presidente della Duma, Vyacheslav Volodin, ha detto che Washington sta violando “i diritti dei russi”, mentre la portavoce diplomatica russa Maria Zakharova ha affermato che Youtube ha “firmato la propria condanna”. L’account effettivamente non è più accessibile sulla piattaforma da questa mattina. In campo anche l’ ente russo regolatore dei media, Roskomnadzor, che ha chiesto a Google di sbloccare l’account YouTube del canale della camera bassa del Parlamento di Mosca, Duma-TV, e di spiegare le ragioni della sua decisione di bloccarlo. “Roskomnadzor ha chiesto alla Google LLC, con sede negli Stati Uniti, proprietaria del servizio YouTube, di ripristinare immediatamente l’accesso al canale YouTube ‘Duma TV’ della Duma russa e di spiegare il motivo di tali restrizioni”, si legge in un comunicato. Il blocco del canale YouTube di Duma-TV impedisce il libero flusso di informazioni, ha aggiunto Roskomnadzor.

Russia declassata da Standard & Poor’s

L’agenzia di rating Standard & Poor’s ha declassato la sua valutazione sulla capacità della Russia di ripagare il debito estero, segnalando prospettive crescenti che Mosca sarà presto inadempiente sui prestiti esteri per la prima volta in più di un secolo.

S&P Global Ratings ha emesso il downgrade a “default selettivo” alla fine di venerdì dopo che la Russia ha organizzato il pagamento di obbligazioni estere in rubli lunedì quando erano dovute in dollari. Ha detto che non si aspettava che la Russia fosse in grado di convertire i rubli in dollari entro il periodo di grazia di 30 giorni consentito.

S&P ha affermato in una dichiarazione che la sua decisione si basava in parte sulla sua opinione che le sanzioni alla Russia per l’ invasione dell’Ucraina “probabilmente aumenteranno ulteriormente nelle prossime settimane, ostacolando la volontà e le capacità tecniche della Russia di onorare i termini e le condizioni dei suoi obblighi a debitori esteri”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!