USA, L'INFLAZIONE IN FORTE CRESCITA METTE A DURA PROVA GLI AMERICANI - WHAT-U

Negli ultimi 12 mesi negli Usa l’inflazione è aumentata dell’8,5%, questa la dichiarazione di ieri martedì 12 aprile, del governo federale che ora paventa il rischio di una recessione incombente. Il dipartimento del lavoro ha affermato che l’aumento dell’indice dei prezzi al consumo anche per tutto marzo è stato il più alto dal 1981. Per la precisione questo è il quinto mese consecutivo che l’inflazione è salita al picco massimo mai raggiunto in 40 anni. Gli economisti affermano che ci sono pochi segnali che l’aumento dei prezzi finirà presto. Quindi le prospettive sono per ora funeste.

“L’inflazione sta uccidendo tutto”, ha affermato un operaio edile di 59 anni di Milwaukee. “I prezzi della benzina stanno aumentando, i prezzi dei generi alimentari stanno aumentando e non sembra che si stia migliorando”. Gli americani stanno sempre più sborsando più dei loro stipendi su benzina, cibo e alloggi, mentre l’economia statunitense continua ad affrontare carenze a causa della crisi della catena di approvvigionamento. Molti ora sono coloro che puntano il dito contro Biden e lo accusano di cattiva amministrazione.

Secondo un recente sondaggio di CBS/YouGov il 69% degli adulti statunitensi disapprova il modo in cui il presidente sta gestendo l’inflazione 

I prezzi della benzina sono aumentati del 48% nell’ultimo anno. Nel frattempo, i prezzi dei generi alimentari sono aumentati dell’8% e i costi delle abitazioni sono aumentati del 5%. Allo stesso modo, i prezzi dell’elettricità e del riscaldamento domestico sono aumentati di oltre il 13%. I prezzi dell’elettricità sono aumentati dell’11,5% e il prezzo del gas naturale è aumentato del 21,6%  e poiché alimenta quasi il 40% della produzione di elettricità negli Stati Uniti, secondo l’Energy Information Administration, il braccio di analisi e dati del Dipartimento dell’Energia, il problema si fa serio. I nuovi dati dipingono un quadro ancora peggiore se suddivisi per mese. Un esempio? basta dare un’occhiata ai dati più recenti. I prezzi della benzina sono aumentati del 18,3% da febbraio a marzo.  

I funzionari della Casa Bianca stanno cercando di minimizzare il significato del rapporto sull’inflazione. Lunedì hanno affermato che la guerra del presidente russo Vladimir Putin contro l’Ucraina ha sconvolto l’economia globale e fatto aumentare i prezzi dell’energia.  “Grazie alle azioni che abbiamo intrapreso per affrontare l’aumento dei prezzi di Putin, siamo in una posizione migliore rispetto al mese scorso”, ha affermato l’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki. “Ma ci aspettiamo che marzo [i numeri di inflazione] siano straordinariamente elevati a causa dell’aumento dei prezzi dovuto alle scelte di Putin”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!