BIDEN INVIA NUOVE ARMI IN UCRAINA. SVEZIA E FINLANDIA ORA PUNTANO AD ENTRARE NELLA NATO - WHAT-U

(ph. AP)

Oggi il presidente Usa Joe Biden ha dichiarato che gli Stati Uniti consegneranno altri 800 milioni di dollari in aiuti militari all’Ucraina annunciato la scorsa settimana. La Russia in queste ore ha fatto sapere che implementerà le sue truppe perché il prossimo obiettivo sarà quello di conquistare e presidiare tutta la zona meridionale dell’Ucraina per realizzare un corridoio che la colleghi con la Crimea. La polizia di Kyiv ha fatto sapere che 1.084 persone, tutti civili, estranei alla guerra, sono stati uccisi con armi da fuoco di diverso genere, chi con pistole e chi con fucili da cecchino.

Putin oggi ha detto che la riorganizzazione dell’esercito russo sta facendo grandi progressi. E non ha dubbi sulla sua vittoria. Nel corso di una riunione del Cremlino ieri ha deciso di annullare un assalto pianificato alle truppe ucraine e ai civili rintanati nella gigantesca acciaieria Azovstal a Mariupol ovviamente non per un improvviso sentimento di compassione, ma per un semplice calcolo di convenienza. Perché convinto che le truppe russe possano essere impiegate meglio nell’offensiva pianificata nella regione divisa del Donbas. La Casa Bianca e i leader militari occidentali hanno affermato che Putin non possa vincere la guerra. Di fatto però sembra che ora stia facendo una vera e propria rimonta.

“Non riuscirà mai a dominare e ad occupare l’Ucraina . Ciò non accadrà”, ha affermato Biden dalla Casa Bianca.

Invece pare che in questo momento la situazione sia più involutiva per gli ucraini. Anche se a breve potranno contare su armi tecnologiche sofisticate portate dagli Stati Uniti. Si tratta l’ottavo rabbocco di armi, attrezzature e forniture dalle scorte del Dipartimento della Difesa per l’ Ucraina da agosto che si aggiunge agli altri 800 milioni di dollari annunciati la scorsa settimana.

Biden ha anche annunciato 500 milioni di dollari in assistenza economica diretta al governo ucraino, portando il sostegno finanziario totale a 1 miliardo di dollari negli ultimi due mesi.

L’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva i giorni scorsi durante una conferenza stampa a Washington ha detto che i funzionari del ministero delle finanze dell’Ucraina hanno stimato che avranno bisogno di 5 miliardi di dollari di assistenza internazionale al mese solo per coprire i servizi governativi essenziali e mantenere l’economia del paese in funzione mentre la guerra continua .”Sappiamo che questo è solo l’inizio di ciò di cui l’ Ucraina avrà bisogno per ricostruire”, ha detto il segretario al Tesoro Janet Yellen a proposito del nuovo pacchetto di aiuti economici. Biden ha detto che sta finendo i soldi da inviare in Ucraina , quindi chiederà al Congresso un pacchetto supplementare dopo che il Dipartimento della Difesa avrà stabilito una cifra.

“Al fine di sostenere l’ Ucraina per tutta la durata di questa lotta, la prossima settimana invierò al Congresso una richiesta di bilancio supplementare per mantenere il flusso di armi e munizioni senza interruzioni ai coraggiosi combattenti ucraini per continuare a fornire assistenza economica al popolo ucraino ,” ha detto.

“Nessuna nave che batte bandiera russa o che è di proprietà o gestita da un interesse russo potrà attraccare in un porto degli Stati Uniti o accedere alle nostre coste. Nessuna”, ha detto Biden durante un breve incontro con il primo ministro ucraino Denys Shmyhal nel corso del quale ha elogiato la resilienza e la difesa del popolo ucraino della loro capitale, Kiev. Il primo ministro inglese Boris Johnson oggi per la prima volta ha detto che è molto probabile che la guerra venga vinta dalla Russia.

“Devi essere stupito dal coraggio di questo paese, dalla determinazione che stanno mostrando – non solo i militari, ma il cittadino medi”, ha detto Biden.

Gli Stati Uniti si sono impegnati a inviare altri 72 obici da 115 mm in Ucraina e veicoli tattici sufficienti per trainarli sul campo di battaglia. Con i 18 cannoni già promessi per la loro guerra contro gli invasori russi, l’Ucraina ora avrà abbastanza armi per equipaggiare cinque battaglioni di artiglieria completi, ha detto il Pentagono.

Nell’ultimo pacchetto di assistenza alla sicurezza sono inclusi anche più di 121 sistemi aerei tattici senza pilota Phoenix Ghost. I droni fantasma, ritenuti essere “droni suicidi” monouso relativamente a basso costo in grado di fornire carichi utili agli obiettivi da remoto, sono stati rapidamente progettati dall’Air Force in risposta ai requisiti in Ucraina , ha detto ai giornalisti un alto funzionario del Dipartimento della Difesa del Pentagono. Zelensky ha detto che circa 120.000 civili ucraini sono ancora intrappolati all’interno di Mariupol. I precedenti tentativi di stabilire un “corridoio” per coloro che tentavano di fuggire sono stati ripetutamente interrotti.

Gli svedesi nella NATO

Secondo un sondaggio dell’istituto elettorale Novus, pubblicato ieri, la maggior parte degli svedesi per la prima volta è favorevole all’abbandono della politica di neutralità del proprio paese e all’adesione all’alleanza NATO come membro a pieno titolo. 

Funzionari di Novus hanno affermato di ritenere che anche l’opinione pubblica in Svezia sia influenzata dal dibattito nella vicina Finlandia sull’adesione alla NATO. Gli analisti prevedono che la Finlandia, che ha anche perseguito a lungo una politica di neutralità, presenterà una candidatura per l’adesione in tempo per il prossimo un vertice della NATO a giugno.

L’affondamento di un’altra nave russa

Il comandante della flotta russa nel Mar Nero, l’ammiraglio Igor Osipov, è stato rimosso dall’incarico e arrestato dopo l’affondamento del Moskva. Ora è caccia ai responsabili della disfatta dell’incrociatore. I russi stanno conducendo dei sopralluoghi nel punto dell’affondamento della nave. Al momento sotto inchiesta sarebbe anche il vice ammiraglio Arkady Romanov (attuale vice comandante della flotta del Mar Nero).

Le cause dell’affondamento del Moskva, fiore all’occhiello della flotta del Mar Nero, rimangono misteriose. Nemmeno una fotografia e un video di tre secondi circolati in rete, che mostrano la nave piegata su un fianco con una densa colonna di fumo nero che si alza da poppa, consentono di valutare se sia l’Ucraina a dire la verità, quando afferma di aver colpito l’unità con missili Neptune, o la Russia, quando dice che il Moskva è andato a picco a causa dell’esplosione di un suo deposito di munizioni durante una tempesta. Al momento la conta è di un marinaio morto e 27 dispersi. Ben 396 persone sono state evacuate. Si tratta della maggior perdita degli ultimi 40 anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!