NICOLAS CAGE DOPO 14 ANNI TORNA IN TV OSPITE DI JIMMY KIMMEL A "URBAN LEGENDS" - WHAT-U

Da sinistra, Nicolas Cage e il conduttore di “Urban Legends” Jimmy Kimmel

Nicolas Cage, (pseudonimo di Nicolas Kim Coppola, Ndr) è tornato in Tv dopo 14 anni di assenza dal piccolo schermo. E lo ha fatto accettando l’invito del noto conduttore televisivo, attore e produttore statunitense Jimmy Kimmel, che gli ha chiesto di presenziare al suo programma, Urban Legends. Cage è apparso in grande forma. Ed elegante. Sfoggiando un abito sartoriale di raso grigio lucido, ha fatto battute, raccontando un po’ di sé e svelando la verità su alcuni gossip raccontati su di lui. Per esempio quello del casinò del resort Atlantis alle Bahamas, dove circa 20 anni fa giocando solo 200 dollari, ne vinse 20mila. “Era una di quelle notti in cui ti senti come se il mojo fosse con te, e niente sarebbe andato storto”, ha detto Cage rivelando di aver donato poi tutto quel denaro all’orfanotrofio della zona. Riguardo il pettegolezzo che lui ospiti o abbia avuto in casa un serpente a due teste, Cage ha ammesso di aver posseduto un rettile con queste caratteristiche.

“L’ho fatto ed è strano”, ha raccontato Cage. Tutto è nato da un suo sogno. “Una notte ho sognato delle aquile a due teste. Il giorno successivo l’ho raccontato al mio manager e dopo qualche giorno una persona mi ha offerto un serpente a due teste pensando potesse piacermi. Ed io l’ho acquistato facendo una vera follia, perché ho sborsato il triplo della cifra donata all’orfanatrofio e poi, poiché era troppo impegnativo da gestire e le due teste spesso si combattevano l’una contro l’altra, ho deciso di affidarlo allo zoo, dove aveva vissuto per 14 anni”. Un’altra stranezza che gli è stata attribuita? L’acquisto di una grotta piena di pipistrelli.

Kimmel durante l’intervista ha detto che questo gossip glielo aveva rivelato la co-protagonista di “National Treasure” di Cage, Diane Kruger , quando anche lei recentemente è stata ospite nel suo chat show, rivelando che durante le riprese della serie di film d’avventura dei primi anni 2000, l’attore aveva comprato una grotta piena di pipistrelli per poter praticare speleologia lì dentro nudo assieme all moglie. Ma questa fantasia non si è mai realizzata, ha rivelato Cage.

Un altro pettegolezzo che gira da anni a Tinseltown è che Cage possedesse un corvo pezzato africano come animale domestico un corvo pezzato africano sboccato come animale domestico. E questa volta la risposta dell’attore è stata positiva e scherzando ha spiegato che poiché il corvo aveva piume bianche e nere sembrava sempre vestito con uno smoking. “Gli piace salutarmi quando entro nella stanza e quando esco mi saluta. Non gli ho mai insegnato nessuna parola”, ha detto Cage. “Un giorno mi ha chiamato ‘buco’, ma non so perché… Tu cosa ne pensi?” ha chiesto Cage a Kimmel.

L’ultima leggenda metropolitana di cui l’attore in realtà si è reso protagonista è stata la “strana esperienza” di essere stato preso di mira da una coppia di mimi. Gli stalker silenziosi “lo seguivano dovunque”, ha spiegato. E lui se ne liberò faticosamente “dopo aver chiesto reiteratamente loro di andarsene”, ha detto Cage. Apparso in oltre cento film, tra cui Face/Off (Due facce di un assassino) (1997), The Family Man (2000), Fuori in 60 secondi (2000), Captain Corelli’s Mandolin (Il mandolino del capitano Corelli ) (2001), Il mistero dei Templari – National Treasure (2004), Ghost Rider (2007), Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans (2009), Ghost Rider (Spirito di vendetta) (2012), Cage a trentadue anni è diventato il quinto attore più giovane di sempre a vincere il Premio Oscar come miglior attore per la sua interpretazione in Via da Las Vegas (1995). In un’occasione è passato dietro la macchina da presa, dirigendo Sonny (2002).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!