UCRAINA, MISSILI RUSSI SU KIEV DURANTE LA VISITA DEL SEGRETARIO DELLE NAZIONI UNITE - WHAT-U

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, quarto a sinistra, è visto durante la sua visita a Bucha, alla periferia di Kiev, in Ucraina, giovedì 28 aprile 2022. (AP Photo/Efrem Lukatsky)

Oggi i missili russi hanno colpito una zona residenziale a un centinaio di metri dal centro di Kiev vicino all’ambasciata britannica proprio quando il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres e il primo ministro bulgaro Kiril Petkov stavano visitando la capitale ucraina. Con questo efferato atto di barbarie la Russia dimostra ancora una volta il suo atteggiamento nei confronti dell’Ucraina, dell’Europa e del mondo”, ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba. Le esplosioni sono arrivate mentre i residenti di Kiev tornavano sempre più in città. I caffè e altre attività commerciali hanno riaperto e un numero crescente di persone è andato in giro, godendosi il clima primaverile. L’attacco è avvenuto nel distretto di Shevchenkivsky, nel nord-ovest di Kiev, secondo il sindaco. Il bombardamento è arrivato appena un’ora dopo che il presidente ucraino Zelensky ha tenuto una conferenza stampa con il segretario generale delle Nazioni Unite. “Sono rimasto scioccato nell’apprendere che due razzi sono esplosi nella città in cui mi trovo, non perché ci fossi io, ma perché Kiev è una città sacra sia per gli ucraini sia per i russi “, ha detto Guterres alla BBC. “Questa è una guerra drammatica, e dobbiamo assolutamente porre fine a questa guerra e dobbiamo assolutamente avere una soluzione per questa guerra”. Al momento non è ancora certo il numero dei feriti o delle vittime in totale. Si sa solo che una persona è stata uccisa e alcune sono rimaste ferite, in parte restando intrappolate tra le macerie quando due edifici sono stati colpiti, hanno detto i soccorritori..

Nel frattempo, sono state segnalate esplosioni in tutto il paese, a Polinne a ovest, Chernihiv vicino al confine con la Bielorussia ea Fastiv, un grande snodo ferroviario a sud-ovest della capitale. Il sindaco di Odessa, nell’Ucraina meridionale, ha affermato che i razzi sono stati intercettati dalle difese aeree. Le autorità ucraine hanno anche riferito di un intenso incendio russo nel Donbas – il cuore industriale orientale che il Cremlino è deciso a catturare – e vicino a Kharkiv, una città nord-orientale al di fuori del Donbas che è considerata la chiave dell’offensiva. Nella città portuale in rovina di Mariupol, nel sud, i combattenti ucraini rintanati nell’acciaieria che rappresenta l’ultima sacca di resistenza hanno affermato che i bombardamenti concentrati durante la notte hanno ucciso e ferito più persone. E le autorità hanno avvertito che la mancanza di acqua potabile sicura all’interno della città potrebbe portare a focolai di malattie mortali. Guterres ha condannato le atrocità commesse in città come Bucha, dove sono state trovate prove di uccisioni di massa di civili dopo che la Russia si è ritirata all’inizio di aprile di fronte a una resistenza inaspettatamente rigida.

“Ovunque c’è una guerra, il prezzo più alto è pagato dai civili”, si è lamentato il capo delle Nazioni Unite, ribadendo l’importanza di indagare sui presunti crimini di guerra anche se la Russia continua a negare di prendere di mira i civili. La contraerea ucraina ha abbattuto tre missili russi sopra la regione di Odessa. Lo ha affermato su Telegram il capo dell’amministrazione regionale Maksym Marcenko. Nel cielo sulla città si vedono scie di fumo. Gli Stati Uniti hanno visto alcune truppe russe “lasciare la città di Mariupol nonostante non l’abbiano ancora conquistata”, ha detto un funzionario della Difesa Usa in un briefing con la stampa. Secondo la valutazione del Pentagono, dal sud i soldati di Mosca si stanno dirigendo nel nord-ovest, verso Zaporizhzhia. “Il conflitto in Ucraina può durare mesi o anche di più”, ha riferito un alto funzionario dell’amministrazione Biden sottolineando che la guerra continuerà a mettere alla prova l’unità di Stati Uniti e alleati e “la nostra determinazione comune a fornire all’Ucraina ciò di cui ha bisogno per vincere”. La giustizia ucraina ha identificato “oltre 8 mila casi” di sospetti crimini di guerra russi, ha affermato la procuratrice generale di Kiev, Irina Venediktova, in un’intervista alla Deutsche Welle.

È stato “bombardato l’ospedale da campo militare che si trova nell’acciaieria Azovstal: ci sono morti e nuovi feriti”, riportano su Telegram – citati da Ukrinform – i soldati del battaglione Azov, che hanno anche postato un video di pochi secondo nel quale si vedono i primi soccorsi ai soldati rimasti sotto le macerie. “La sala operatoria è distrutta. Continuano a bombardare – scrivono ancora i soldati – ma la Convenzione di Ginevra garantisce la protezione delle istituzioni mediche ospedaliere e ai feriti dovrebbe essere fornita l’assistenza necessaria senza discriminazioni di alcun tipo”. Si ha notizia di un cittadino britannico ucciso in Ucraina e di un altro disperso, afferma un portavoce del Foreign Office. Secondo Sky News, si tratterebbe di due volontari che si sono uniti alle forze ucraine per combattere contro i russi, ma manca una conferma ufficiale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!