TURCHIA, SVEZIA E FINLANDIA TROVATO ACCORDO PER ADESIONE ALLA NATO - WHAT-U

Oggi il presidente francese Emmanuel Macron ha denunciato il violento attacco aereo della Russia contro un affollato centro commerciale in Ucraina come un “nuovo crimine di guerra” e ha promesso che il sostegno dell’Occidente a Kiev non vacillerà, dicendo che Mosca “non può e non dovrebbe vincere” la guerra .

Sono almeno 18 le persone che sono rimaste uccise nella città centrale di Kremenchuk, dove si è consumato l’attacco mentre i leader del G7 erano in riunione in Europa. Come è già stato detto in altri attacchi, le autorità russe hanno affermato che il centro commerciale non era l’obiettivo della loro offensiva. Il presidente Joe Biden, arrivato in Spagna per il vertice della NATO, ha detto che occorre rafforzare la presenza militare americana in Europa, denunciando Vladimir Putin per aver cercato di “spazzare” la cultura ucraina nella guerra in corso in Europa orientale.

Biden durante un colloquio primo ministro spagnolo Pedro Sánchez, ha dettagliato i piani Usa per aumentare il numero di cacciatorpediniere della Marina con base a Rota, in Spagna. 

“A volte penso che l’obiettivo di Putin sia solo quello di cambiare letteralmente l’intera cultura – spazzare via la cultura dell’Ucraina [con] il tipo di azioni che sta intraprendendo”, ha detto Biden dopo l’incontro con Sánchez. Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan ha affermato che la mossa di Rota “aiuterà ad aumentare la presenza marittima degli Stati Uniti e della NATO”.

Biden ora sta cercando di utilizzare il vertice NATO di questa settimana per sostenere gli alleati tra i segni di fratture nell’alleanza occidentale. Dopo aver accumulato una valanga di sanzioni contro l’economia russa e incanalato miliardi di dollari di armi in Ucraina di fronte all’aggressione russa, i partner della NATO stanno mostrando segni di tensione mentre il costo dell’energia e di altri beni essenziali è salito alle stelle.

Nel frattempo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che lunedì si è rivolto al G-7, si è apertamente preoccupato che l’Occidente sia affaticato dal costo della guerra. Insomma nulla di nuovo. Con qualche preoccupazione in più e che cresce visto che anche gli Stati Uniti hanno detto che l’invasione russa avrà ripercussioni sulla posizione di difesa sua e degli alleati della NATO negli anni a venire.

Gli Stati Uniti e la Spagna in una dichiarazione congiunta dopo l’incontro Biden-Sanchez hanno affermato che l’invasione “ha alterato radicalmente l’ambiente strategico globale” e che “l’aggressione costituisce la minaccia più diretta alla sicurezza transatlantica e alla stabilità globale dalla fine della Guerra Fredda”.

Il presidente degli Stati Uniti ha elogiato la Spagna per aver accolto decine di migliaia di migranti ucraini fuggiti dalla guerra. “Il nostro popolo è rimasto unito”, ha detto Biden durante un incontro con il re spagnolo Felipe VI. “Si sono alzati in piedi e sono stati forti”.

Oggi i ministri degli Esteri di Turchia, Svezia e Finlandia hanno firmato a Madrid un memorandum d’intesa e trovato l’accordo sulla domanda di adesione alla Nato di Helsinki e Stoccolma, a cui viene ora rimosso il veto di Ankara. La firma è avvenuta alla presenza del segretario  generale della Nato, Jens Stoltenberg, del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, del presidente finlandese Sauli Niinisto e della  premier svedese Margaret Andersson, al termine di una riunione durata quasi quattro ore.

“Il nostro Memorandum d’intesa sottolinea che Finlandia, Svezia e Turchia si impegnano a sostenersi reciprocamente contro le reciproche minacce alla sicurezza. Quando diventeremo alleati della NATO, questo impegno sarà ulteriormente rafforzato”, queste le parole del Presidente della Finlandia, Sauli Niinisto, in una dichiarazione rilasciata dopo l’incontro tra Finlandia, Svezia e Turchia. “I passi concreti per la nostra adesione alla NATO saranno concordati tra gli alleati della NATO nei prossimi due giorni, ma tale decisione è ormai imminente”, ha aggiunto.

“La politica delle porte aperte della Nato è un successo, abbiamo mostrato di saper risolvere i problemi attraverso le negoziazioni, con l’ingresso di Svezia e Finlandia nell’alleanza saremo tutti più sicuri”, ha detto Stoltenberg, precisando che i dettagli del memorandum saranno presto firmati, compreso l’accordo sulle estradizioni, che rispetterà gli standard europei. La Turchia “ha avuto quello che chiedeva” dai colloqui con Svezia e Finlandia sulla loro adesione alla Nato.

“Congratulazioni a Finlandia, Svezia e Turchia per la firma di un memorandum trilaterale, un passo fondamentale verso l’invito della Nato a Finlandia e Svezia, che rafforzerà la nostra Alleanza e la nostra sicurezza collettiva, e un ottimo modo per iniziare il Vertice”, queste le parole di Biden su Twitter sull’intesa raggiunta tra Ankara e i due Paesi scandinavi.

Svezia e Finlandia “nel memorandum affermano chiaramente che lavoreranno insieme con la Turchia contro il terrorismo in modo solidale”, che daranno “pieno supporto alla Turchia contro le minacce alla sua sicurezza, e la Turchia farà lo stesso con loro. Inoltre, sarà tolto l’embargo sull’esportazione di armi verso la Turchia che i due paesi nordici avevano in vigore (come d’altra parte anche la Germania), e questo, ha detto il segretario generale, “è positivo perché non è una buona cosa avere questo tipo di embargo fra paesi alleati”. Quanto tempo ci vorrà prima che Svezia e Finlandia entrino nella Nato? Tutto dipenderà dalle tempistiche decisionali dei parlamenti dei 30 paesi membri che dovranno ratificarla.

Scatta un altro divieto contro la Russia

Gli Stati Uniti hanno imposto il divieto all’importazione di oro dalla Russia. L’ordinanza è stata pubblicata sul sito web del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. “L’importazione negli Stati Uniti di oro originario della Federazione Russa è vietata, salvo nei limiti previsti dalla legge, o a meno che non sia autorizzato o altrimenti autorizzato dall’OFAC”, si legge nel documento. “Questa determinazione esclude l’oro di origine della Federazione Russa che si trovava al di fuori della Federazione Russa prima di oggi”, osserva il Tesoro degli Stati Uniti. L’ordinanza entra in vigore dal momento della pubblicazione. Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha segnalato che il divieto si applica in particolare a tutte le transazioni relative all’oro che coinvolgono la Banca centrale della Federazione Russa, il National Wealth Fund e il Ministero delle finanze russo.

“Abbiamo raffermato il nostro impegno sul fronte delle sanzioni, che è essenziale per riportare la Russia al tavolo dei negoziati”, queste le parole del presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa a Elmau alla fine del G7.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!