XI JINPING CELEBRA IL 25ESIMO ANNIVERSARIO DEL RITORNO DI HONG KONG SOTTO LA SOVRANITÀ CINESE - WHAT-U

Il presidente Xi Jinping

Il presidente Xi Jinping giovedì ha iniziato la sua tanto attesa visita a Hong Kong pianificata per celebrare il 25° anniversario del ritorno della città sotto la sovranità cinese.

“Una Cina due sistemi”, letteralmente “un paese due sistemi” (in cinese 一国两制 Yīguóliǎngzhì) è la formula con la quale si suole indicare la soluzione politica proposta nel 1979 dal capo comunista cinese Deng Xiaoping nell’ambito delle trattative tra Repubblica Popolare Cinese e Regno Unito che condussero al ritorno di Hong Kong sotto la sovranità cinese. La formula sintetizza un duplice concetto: da un lato viene affermata l’unicità della Cina come soggetto politico, dall’altro si concede che all’interno di un territorio sottoposto a un’unica sovranità possano esistere delle aree amministrate secondo un differente ordinamento istituzionale e contraddistinte da un diverso sistema economico.

Il presidente, che si è recato a Hong Kong con la first lady Peng Liyuan su un treno ad alta velocità dalla vicina Shenzhen, ha avuto un primo giorno impegnativo tenendo riunioni separate con funzionari governativi, legislatori, giudici, rappresentanti dei servizi disciplinati, dirigenti d’azienda e altri di vari settori.

“L’intera nazione cinese sta celebrando questa felice occasione con i residenti di Hong Kong”, ha detto Xi nel suo discorso di apertura mentre scendeva dal treno ricevendo un caloroso benvenuto da centinaia di alunni delle scuole primarie sbandieratori e altri al capolinea di West Kowloon. Carrie Lam Cheng Yuet-ngor e il suo successore, John Lee Ka-chiu, erano alla stazione per ricevere il presidente nel suo primo viaggio fuori dalla Cina continentale dall’inizio della pandemia di coronavirus nel 2020.

Accompagnato da funzionari della terraferma, tra cui il direttore dell’Ufficio per gli affari di Hong Kong e Macao Xia Baolong, il ministro degli Esteri Wang Yi e Ding Xuexiang, direttore dell’Ufficio generale del Partito comunista cinese, Xi ha detto che la città era nella sua mente e nel suo cuore sin dalla sua ultima visita cinque anni fa.

“Negli ultimi anni, Hong Kong ha attraversato vari test severi uno dopo l’altro e ha superato rischi e sfide uno dopo l’altro”, ha affermato Xi senza fare riferimento direttamente al caos delle proteste antigovernative del 2019, che alla fine si sono concluse dopo che Pechino ha imposto la legge sulla sicurezza nazionale sulla città.

“Dopo il vento e la pioggia, Hong Kong è risorta dalle ceneri e ha mostrato una forte vitalità. Questi fatti dimostrano che un paese, due sistemi hanno una forte vitalità, che ha assicurato la prosperità e la stabilità a lungo termine di Hong Kong e ha salvaguardato il benessere dei connazionali a Hong Kong”, ha affermato. “Un paese, due sistemi è un buon sistema”.

Xi ha usato una citazione dell’antico filosofo cinese Xunzi – “Attraverso la perseveranza, il futuro è promettente” – per esprimere il suo punto sulla formula di governo unica che consente a Hong Kong di mantenere il proprio sistema capitalista e promette un alto grado di autonomia per altri 25 anni almeno.

“Finché sosteniamo fermamente un paese, due sistemi, il futuro di Hong Kong sarà sicuramente più luminoso. Hong Kong, di sicuro, darà nuovi e maggiori contributi al ringiovanimento della nazione cinese”, ha affermato. Il presidente ha poi fatto visita al Science Park di Tai Po, riferisce il South China Morning Post, noto anche come The Post, dove è stato informato sullo sviluppo dell’informazione e della tecnologia della città negli ultimi anni e ha parlato con professionisti della scienza e della tecnologia e giovani imprenditori. Xi ha poi tenuto un incontro senza precedenti con circa 100 ufficiali inclusi i loro capi, presso l’Hong Kong Convention and Exhibition Centre a Wan Chai per manifestare a questa rappresentanza l’apprezzamento per il loro lavoro e per il ripristino della legge e dell’ordine dopo le proteste del 2019.

Xi ha poi elogiato Carrie Lam per aver adempiuto alle sue responsabilità costituzionali “in modo leale” negli ultimi cinque anni e ha notato che i suoi sforzi sono stati “pienamente riconosciuti” da Pechino. Nel frattempo la first lady Peng ha fatto una visita separata al nuovo complesso della città per il teatro cinese, il Centro Xiqu nel distretto culturale di West Kowloon. Il presidente Xi ha poi concluso il suo primo incontro a Hong Kong con una cena con i leader in partenza e in entrata della città.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!