INFLAZIONE, BIDEN BUTTA ACQUA SUL FUOCO. MA ORA MOLTI ESPONENTI DEL SUO PARTITO NON VOGLIONO CHE SI RICANDIDI - WHAT-U

ph. EPA/Yuri Gripas / POOL

Non si ferma il tasso di inflazione in America. A giugno ha toccato quota 9,1% e le previsioni restano funeste. L’indice dei prezzi al consumo è balzato dell’1,3% il mese scorso, ha affermato il Dipartimento del lavoro, portando l’inflazione su base annua al livello più alto degli ultimi 41 anni. Il rapporto ha anche mostrato che i salari reali sono diminuiti del 3,6% rispetto a un anno fa. E questo è 15° mese consecutivo in cui sono scesi da quando è in carica Biden.

La crisi è riuscita persino a unire le proteste dei repubblicani e dei democratici. “Il calo della retribuzione oraria media reale a questo punto è terribile, il peggiore degli ultimi 40 anni”, ha twittato l’economista della Casa Bianca di Obama Jason Furman.

Il rappresentante Kevin Brady del Texas, il primo repubblicano nella commissione House Ways and Means, ha affermato che i salari reali sono diminuiti di quasi il 4,8% da quando  Biden è diventato presidente. Critiche sul presidente sono piovute anche riguardo la sua decisione di aumentare le tasse. “Aumentare le tasse sulle imprese locali e sugli agricoltori mentre il nostro paese affronta una recessione è pazzesco e farà salire i prezzi ancora di più”, ha affermato Neil Bradley, vicepresidente esecutivo della Camera di commercio statunitense.

Se la situazione peggiorasse maggiormente la Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti d’America, potrebbe decidere un altro grande aumento dei tassi di interesse, con la previsione di dovere affrontare costi di finanziamento più elevati. Un sondaggio lunedì ha mostrato che il tasso di approvazione del presidente è sceso al 33% e due terzi dei democratici non vogliono che si candidi di nuovo nel 2024. Il leader della minoranza alla Camera Kevin McCarthy, repubblicano della California, ha affermato, scrive il Washington Post, che “la follia sconsiderata di spesa dei Democratici ha causato un aumento dei costi dei consumatori a un tasso di inflazione record da quattro decenni”.

“I democratici hanno detto di avere un piano per tenere sotto controllo l’aumento dei costi, in realtà stanno solo raddoppiando le tasse e le spese da trilioni di dollari peggioreranno solo le cose”.

Il Comitato per un bilancio federale responsabile, ha definito i numeri dell’inflazione “straordinari”.

Il presidente del comitato Maya MacGuineas ha detto che il Congresso dovrebbe approvare una misura di riduzione del disavanzo che non includa una proposta approvata dalla Camera dei Democratici per aumentare i limiti di detrazione fiscale statale e locale in alcuni stati ad alto reddito e di sinistra come New York, New Jersey e California.

“È diventato sempre più chiaro che la Federal Reserve avrà bisogno di aiuto per tenere sotto controllo l’inflazione senza causare una recessione”, ha affermato.

Biden ha detto che i numeri in peggioramento dell’inflazione sono fuorvianti perché i prezzi del gas e delle materie prime sono scesi. “I dati di oggi non riflettono appieno l’impatto di quasi 30 giorni di ribassi dei prezzi del gas, che da metà giugno hanno ridotto il prezzo alla pompa di circa 40 centesimi. Quei risparmi stanno fornendo un importante respiro alle famiglie americane”.  Biden ha poi nuovamente incolpato le compagnie petrolifere affermando che il prezzo del petrolio “è sceso di circa il 20% da metà giugno, ma finora il prezzo del gas è sceso solo della metà”.

“Le compagnie petrolifere e del gas non devono usare questo momento come una scusa per trarre profitto non passando i risparmi alla pompa”, ha affermato il presidente che oggi è arrivato in Israele per l’inizio di un viaggio diplomatico in Medio Oriente. 

Per aiutare a ridurre i prezzi del gas, ha affermato il presidente, “continuerò il mio storico rilascio di petrolio dalla nostra Strategic Petroleum Reserve. Continuerò a lavorare con i nostri alleati europei per porre un tetto massimo al prezzo del petrolio russo, indebolendo [il presidente Vladimir] Putin delle entrate petrolifere”, ha concluso . “E continuerò a lavorare con l’industria petrolifera e del gas statunitense per aumentare la produzione in modo responsabile”. Parola di Biden.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!