REEVES SARÀ DANIEL L'ARCHITETTO ASSASSINO NEL FILM "IL DIAVOLO NELLA CITTÀ BIANCA" - WHAT-U

Keanu Reeves torna a fare parlare di sé nella duplice veste di attore e produttore perché reciterà in un adattamento televisivo del romanzo Il diavolo nella città bianca, un thriller di saggistica tra i più venduti scritto da Erik Larson, che basa la sua trama sull’ambizione di un architetto assassino Daniel H. Burnham, che sarà interpretato proprio da Reeves. Tra i produttori della serie oltre a Keanu,  Scorsese e DiCaprio che al momento non si sa se si calerà anche nelle vesti di attore. Al momento l’unico attore del cast ufficiale è solo Reeves, come si evince anche sull’autorevole sito Imdb, di proprietà di Amazon.com che gestisce informazioni su film, attori, registi, personale di produzione, programmi televisivi, e anche videogiochi. L’attore divenuto famoso per aver interpretato Neo nella tetralogia di fantascienza Matrix, e poi un altro gigolò, Scott Favor in Belli e dannati, l’agente di polizia Jack Traven in Speed, Shane Falco in Le riserve, il principe Siddhārtha in Piccolo Buddha, l’avvocato Kevin Lomax nel thriller soprannaturale L’avvocato del diavolo, l’alieno Klaatu in Ultimatum alla Terra, il detective Johnny Utah in Point Break, John Constantine nell’omonimo film, Johnny Mnemonic e John Wick nelle pellicole dallo stesso nome, spesso viene incluso nel ristretto cerchio degli attori più sexy del cinema mondiale. Ma nonostante la sua fama Keanu non si è mai montato la testa, al punto da non palesare il minimo imbarazzo a prendere i mezzi anche nell’ora di punta, come ogni comune mortale. Più volte infatti è stato immortalato durante i suoi viaggi in metropolitana da qualche fan di passaggio mentre cedeva persino il suo posto ad altre persone. Gesti e attenzioni che non solo hanno maggiormente palesato la sua umanità, ma hanno anche aumentato il suo numero di fan e follower.

“Sono solitario, ma non sono solo. A volte, quando partecipo a eventi mondani e sento le conversazioni superficiali della gente, mi ricordo il motivo per cui preferisco fare altro. La mia migliore amica? Sandra Bullock, ci sentiamo spesso, si preoccupa per me, a volte riusciamo a vederci, a fare una cena insieme per raccontarci le novità. È una vera amica, molto generosa, se hai una giornata triste ti tira sempre su di morale” ha raccontato al magazine Amica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!