FBI PERQUISISCE RESORT DI TRUMP A MAR-A-LAGO IN FLORIDA - WHAT-U

Gli investigatori federali hanno perquisito il contenuto della cassaforte di Donald Trump nel suo resort di Mar-a-Lago in Florida, ha detto l’ex presidente in una dichiarazione lunedì, l’ultima indicazione di un’intensificazione delle indagini penali da parte del dipartimento di giustizia sui suoi affari. L’ FBI con un mandato di perquisizione intorno alle 18:00 (ora locale) ha perquisito il contenuto della cassaforte di Donald Trump nel suo resort di Mar-a-Lago in Florida, lo ha reso noto l’ex presidente ieri. Il sospetto degli agenti è che Trump, possa avere portato illegalmente con sé i documenti della Casa Bianca a Mar-a-Lago al termine del suo mandato.

“La mia bella casa, Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, è attualmente sotto assedio, perquisita e occupata da un folto gruppo di agenti dell’FBI”, ha detto Trump in una dichiarazione amara scagliandosi contro il raid, aggiungendo: “Loro hanno anche fatto irruzione nella mia cassaforte!”

Durante la sua presidenza, Mar-a-Lago era conosciuta come la “Casa Bianca invernale” di Trump. Donald e Melania sono tornati al resort in Florida dopo aver lasciato Washington e da allora il presidente ne ha fatto il centro dei suoi rapporti politici.

Trump parla di ritorsioni dovute alla sua scelta di gettare le basi per un’altra corsa presidenziale nel 2024, e sottolinea un accanimento nei suoi confronti divenuto più pressante dopo quanto è emerso nelle recenti audizioni pubbliche riguardo gli eventi che hanno portato all’assalto alla capitale degli Stati Uniti il 6 gennaio.

In una dichiarazione furiosa, Trump ha paragonato il raid dell’FBI al “Watergate” e ha incolpato i “Democratici di sinistra radicale” di ostruzionismo. “Non vogliono disperatamente che mi candidi alla presidenza nel 2024… faranno di tutto per fermare repubblicani e conservatori in le prossime elezioni di medio termine”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!