it Italian
ar Arabicbg Bulgarianca Catalanzh-CN Chinese (Simplified)cs Czechda Danishen Englishtl Filipinofi Finnishfr Frenchde Germanhaw Hawaiianhi Hindiit Italianja Japaneseko Koreanpt Portugueseru Russiansk Slovaksl Slovenianes Spanishta Tamilth Thai
MUSK PROSEGUE LA TRATTATIVA CON TWITTER, PREVISTA UNA RIDUZIONE DELLA FORZA LAVORO DEL COLOSSO DIGITALE - WHAT-U

Elon Musk torna a fare parlare di sé ancora una volta per l’acquisizione di Twitter.  Secondo quanto riportato dal Washington Post, Musk avrebbe detto a papabili investitori che l’accordo per acquistare la società che cinguetta prevederebbe il taglio del 75% dei 7.500 lavoratori che ora lavorano per il colosso digitale.

Riduzioni pesanti sono attese anche nel caso Musk non dovesse completare l’acquisizione: l’attuale manager di Twitter prevede infatti di ridurre le buste paga dell’azienda di circa 800 milioni di dollari, che equivale – riporta il Washington Post – a un terzo della forza lavoro.

Una vicenda complicata quella fra Twitter e Musk, finita in tribunale. Un giudice del Delaware ha accolto la richiesta di Elon Musk di sospendere il contenzioso legale con Twitter fino al prossimo 28 ottobre per consentire alle due parti di concludere l’acquisizione da 44 miliardi di dollari proposta dal fondatore di Tesla. Nei giorni scorsi, con una nuova retromarcia, Musk ha proposto di acquistare Twitter al prezzo originariamente concordato di 54,20 dollari per azione, a condizione che l’azione legale mossa da Twitter dopo la sua decisione di abbandonare l’accordo venisse sospesa.

L’avvio del processo era fissato per il 17 ottobre nel Delaware. Il giudice responsabile del caso, Kathaleen McCormick, però prendendo atto della decisione di Musk apparentemente di proseguire nell’acquisto ha momentaneamente sospeso l’azione legale per consentire alle due parti di concludere l’accordo, fissando per le 17 del prossimo 28 ottobre il termine per chiudere la transazione. In caso contrario verrà fissata una nuova data a novembre. Riguardo il fatto che Musk avesse realizzato un profumo per raccogliere fondi per l’acquisizione di Twitter ovviamente non per reale necessità ma come buttade ironica lanciata online dal manager, era una fake new. I tira e molla del manager però hanno sollevato l’interesse dell’amministrazione Biden che ora sta valutando la possibilità di sottoporre alcune delle società del facoltoso manager, inclusa l’acquisizione di Twitter e la rete di satelliti Starlink, a una revisione di sicurezza nazionale. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali l’amministrazione è preoccupata dalla recente minaccia di Musk di interrompere i servizi satellitari Starlink in Ucraina, ma anche dai tweet di Musk favorevoli al presidente russo Vladimir Putin.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!