[gtranslate] CARA DELEVINGNE, DURANTE UN SUO SPETTACOLO, PERDE LA SUA VILLA A LOS ANGELES PER UN DEVASTANTE INCENDIO - WHAT-U

La vita può cambiare in un batter d’occhio. Lo sa bene Cara Delevingne che ieri, venerdì 15 marzo, mentre stava recitando sul palco nella pièce Cabaret al Playhouse Theatre di Londra, ha saputo che un enorme incendio, ha letteralmente distrutto la sua villa da 7 milioni di dollari a Los Angeles. Quando la notizia è stata resa pubblica sua madre Pandora ha detto a TMZ: “Penso che probabilmente sia irrecuperabile. Cara ha il cuore spezzato per l’accaduto. Aveva tutto a casa sua. Tutta la sua vita”.

Suo padre, Charles, ha poi reso noto che “la casa ha preso fuoco dopo che “qualcosa è caduto su una linea elettrica a causa del vento”. Un vigile del fuoco venerdì ha detto a Page Six Friday di aver ricevuto una chiamata intorno alle 3:57 ora locale, che segnalava un “grave incendio”. Hanno spiegato che l’incendio è scoppiato vicino al retro della villa, dove ha iniziato a prendere fuoco un’intera stanza e questo ha determinato il crollo del tetto dell’intera casa. L’incendio è durato oltre due ore, richiedendo l’intervento di 94 vigili del fuoco per spegnerlo. Anche un portavoce del dipartimento della polizia di Los Angeles ha detto di aver ricevuto una chiamata per un incendio alle 4:29 precisando di avere saputo che nessuno doveva essere evacuato dalla casa. La polizia di Los Angeles ha precisato: “Non ci sono indicazioni di un incendio doloso o di un’indagine criminale in questo momento”. Cara ha parlato dell’incendio in una sua storia su Instagram venerdì scorso, quindi il giorno stesso. “Il mio cuore è spezzato oggi… non posso crederci”, ha scritto. “La vita può cambiare in un batter d’occhio. Quindi apprezza ciò che hai”. L’unica cosa positiva è stata che i suoi due gatti  si sono salvati.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY