[gtranslate] USA, FUGA DA LOS ANGELES CHE HA PERSO QUASI 90MILA ABITANTI NEL 2022. CRESCE INVECE LA POPOLAZIONE IN FLORIDA - WHAT-U

Negli Usa, il quarto paese più grande del mondo dopo India, Cina e Russia, lo scettro dello stato più popolato in assoluto, se si tiene conto che ospita quattro delle cinque aree statistiche metropolitane a più rapida crescita della nazione e tre delle prime 10 che hanno guadagnato il maggior numero di persone dal 2022 al 2023, va alla Florida. A Wildwood-The Villages, l’area metropolitana in più rapida crescita della nazione, nota per la sua grande comunità di pensionati, la popolazione è aumentata di quasi il 5% arrivando a 151.565 abitanti.  A Lakeland-Winter Haven, la seconda area metropolitana che ha registrato la crescita più rapida sfiorando quasi il 4%, gli abitanti hanno toccato quota 818.330. Anche a Ocala e Port St. Lucie, rispettivamente la quarta e la quinta area metropolitana, la crescita è stata esponenziale. Le loro popolazioni sono aumentate di oltre il 3% ciascuna arrivando a 409.959 e 536.901 abitanti. E poi ci sono altre tre aree metropolitane che complessivamente hanno raggiunto quasi 150.000 residenti dal 2022 al 2023: Orlando-Kissimmee-Sanford (54.916); Tampa-St. Pietroburgo-Clearwater (51.622); e Miami-Fort Lauderdale-West Palm Beach (43.387) — rispettivamente la quarta, la quinta e la decima area metropolitana in crescita numerica a livello nazionale. Anche diverse aree metropolitane del Sud hanno continuato a registrare un aumento di popolazione tra il 2022 e il 2023. Il Texas ospitava quattro delle 10 aree metropolitane che hanno aggiunto il maggior numero di persone: Dallas-Fort Worth-Arlington (152.598); Houston-Pasadena-The Woodlands (139.789); Austin-Round Rock-San Marcos (50.105); e San Antonio-New Braunfels (48.071). Queste quattro aree metropolitane hanno guadagnato complessivamente più di 390.000 persone tra il 2022 e il 2023, un valore vicino alle circa 413.000 dell’anno precedente. Anche Atlanta-Sandy Springs-Roswell in Georgia e l’area metropolitana Charlotte-Concord-Gastonia che si trova a cavallo sia della Carolina del Nord che della Carolina del Sud sono state tra le prime 10 aree metropolitane in crescita numerica durante entrambi i periodi. L’area metropolitana della Florida Miami-Fort Lauderdale-West Palm Beach ha sostituito l’area metropolitana del Tennessee Nashville-Davidson-Murfreesboro-Franklin tra le prime 10 aree in crescita numerica. Durante entrambi i periodi, Phoenix-Mesa-Chandler in Arizona è stata l’unica area metropolitana (non nel Sud) tra le prime 10 in crescita.

Perché questa crescita?

I modelli migratori statunitensi hanno svolto un ruolo significativo nella crescita della popolazione del sud. Molte persone si sono trasferite in questa regione, contribuendo alla sua migrazione interna netta complessivamente positiva (più persone che si trasferiscono dal resto degli Stati Uniti che verso altre parti degli Stati Uniti). Dal 2022 al 2023, 28 delle prime 30 aree metropolitane con il maggior tasso di migrazione interna positiva si trovavano nel Sud. La crescita delle aree metropolitane della Florida tra il 2022 e il 2023 è stata guidata anche dalla migrazione netta positiva – la somma della migrazione netta nazionale e internazionale netta – che include migranti provenienti dagli Stati Uniti e da altri paesi. Miami-Fort Lauderdale-West Palm Beach è stata l’unica area metropolitana della Florida a registrare una migrazione interna netta negativa tra il 2022 e il 2023. Alcune di queste aree metropolitane della Florida sono cresciute nonostante il calo naturale (quando il numero di morti supera quello delle nascite). Sia l’aumento naturale che il saldo migratorio positivo hanno alimentato la crescita nelle aree metropolitane del Texas con il maggior incremento numerico. Le aree metropolitane di Dallas-Fort Worth e Houston tra il 2022 e il 2023 hanno guidato la nazione per numero di nuovi residenti durante questo periodo a causa di un grande afflusso di migranti nazionali e internazionali e di più nascite che morti. In generale, più contee degli Stati Uniti hanno registrato aumenti di popolazione rispetto a perdite nel 2023, poiché le contee del Sud hanno registrato una crescita più rapida e più contee del Nord-Est e del Midwest hanno visto le perdite di popolazione trasformarsi in guadagni, secondo le stime Vintage 2023 della popolazione e delle componenti del cambiamento dell’U.S. Census Bureau pubblicate il 14 marzo. In totale, circa il 60% (1.876) delle contee degli Stati Uniti ha guadagnato popolazione dal 2022 al 2023, un aumento rispetto al 52% delle contee (1.649) che hanno registrato una crescita della popolazione tra il 2021 e il 2022. Tra le 3.144 contee della nazione, la variazione media dal 2022 al 2023 è stata dello 0,29%, rispetto allo 0,17% dell’anno precedente. “I modelli di migrazione interna stanno cambiando e l’impatto sulle contee è particolarmente evidente”, ha detto Lauren Bowers, capo del Census Bureau’s Population Estimates Branch. “Le aree che hanno registrato alti livelli di emigrazione interna durante la pandemia, come nel Midwest e nel Nord-Est, stanno ora vedendo più contee con una crescita della popolazione. Nel frattempo, la crescita della popolazione della contea sta rallentando verso ovest, come in Arizona e Idaho”. Questa è stata la prima volta dal 2020 che più contee del Midwest hanno avuto aumenti di popolazione (542) che perdite (513), riducendo la variazione media annua tra le 1.055 contee della regione a una perdita dello 0,02% da una perdita dello 0,09% dell’anno precedente. Mentre nel 2023 il Nord-Est aveva ancora più contee in perdita (113) che in aumento (105) di popolazione, la perdita di popolazione tra le sue contee si è moderata rispetto all’anno precedente. La variazione media annua tra le 218 contee della regione è rallentata da -0,24% a -0,07% nel 2023. Il numero di contee con aumenti della popolazione è passato da 83 nel 2022 a 105 nel 2023. In media, le contee del Sud hanno registrato una crescita più rapida nel 2023 rispetto al 2022. Tra le sue 1.422 contee, la variazione media annua è stata dello 0,56%, rispetto allo 0,31% dell’anno precedente. Circa il 67% (950) delle contee della regione ha registrato un aumento della popolazione nel 2023, rispetto al 59% (836) del 2022. L’Ovest, la cui variazione media della popolazione si è classificata al primo posto tra le quattro regioni nel 2022, è rimasto indietro rispetto al Sud nel 2023. La variazione media annua tra le 449 contee della regione è rallentata dallo 0,51% allo 0,34%.

Variazione della popolazione nelle contee per regione

RegioneNumero di contee2021-20222022-2023
GuadagnatiPersiVariazione percentuale mediaGuadagnatiPersiVariazione percentuale media
Nordorientale21883135-0.24%105113-0.07%
Midwest1,055454601-0.09%542513-0.02%
A sud1,4228365860.31%9504720.56%
Ovest4492761730.51%2791700.34%
Tutte le contee degli Stati Uniti3,1441,6491,4950.17%1,8761,2680.29%

Nota: il piccolo numero di contee che non hanno subito alcun cambiamento nella popolazione sono classificate con un aumento della popolazione. Dal 2021 al 2022, nove contee non hanno avuto cambiamenti: quattro nel Midwest, tre nel Sud e due nell’Ovest. Dal 2022 al 2023, 12 contee non hanno avuto variazioni: quattro nel Midwest, cinque nel Sud e tre nell’Ovest.

Fonte: U.S. Census Bureau, Stime della popolazione dell’annata 2023.

In media, le contee grandi e di medie dimensioni sono cresciute, mentre le contee piccole sono diventate più piccole. Tra le 618 contee con popolazione superiore a 100.000 abitanti, la variazione media dal 2022 al 2023 è stata dello 0,76%. Le contee di medie dimensioni con una popolazione compresa tra 10.000 e 100.000 abitanti sono cresciute in media dello 0,36%. Al contrario, tra le 741 contee più piccole della nazione, quelle con popolazione inferiore a 10.000, il calo medio annuo è stato dello 0,27% nel 2023 rispetto allo 0,35% dell’anno precedente.

Migrazione interna

Il 62% delle contee, rispetto al 60% del 2022, ha registrato una migrazione interna netta positiva nel 2023. Inoltre, nel 2022 il saldo migratorio interno netto si è generalmente moderato in alcune delle contee con il maggior numero di flussi migratori netti in entrata e in uscita. Le 10 contee con il maggior numero di immigrazione interna netta si trovavano per lo più nel Sud. Al contrario, le prime 10 contee con la maggiore emigrazione interna netta si trovavano per lo più in grandi aree metropolitane, con alcune che hanno registrato un’emigrazione interna netta notevolmente inferiore nel 2023 rispetto al 2022.

Contee con i più alti livelli di migrazione interna netta nel 2023

Le prime 10 contee
con migrazione interna netta positiva nel 2023
20222023 Le prime 10 contee
con migrazione interna netta negativa nel 2023
 
20222023
Contea di Polk (Florida)29,60626,029Contea di Los Angeles (California)-143,724-119,037
Contea di Montgomery (Texas)22,77025,501Contea di Cook (Illinois)-94,927-58,105
Contea di Pasco (Florida)24,28323,750Contea di Kings (New York)-78,188-55,308
Contea di Collin (Texas)29,75520,749Contea di Queens (New York)-77,029-50,161
Contea di Denton (Texas)23,65719,262Contea di Miami-Dade (Florida)-38,132-47,597
Contea di Williamson (Texas)20,52017,943Contea del Bronx (New York)-61,394-41,473
Contea di Pinal (Arizona)14,07517,463Contea di Orange (California)-27,681-35,597
Contea di Fort Bend (Texas)17,79615,757Contea di Dallas (Texas)-18,985-34,330
Contea di Marion (Florida)13,40915,167Contea di San Diego (California)-15,956-30,745
Contea di Horry (Carolina del Sud)17,29415,061Contea di Santa Clara (California)-33,302-29,077

Fonte: U.S. Census Bureau, Stime della popolazione dell’annata 2023.

Il numero di contee con migrazione interna netta positiva è aumentato in tutte le regioni ad eccezione dell’Ovest, dove 253 contee hanno registrato una migrazione interna positiva nel 2023, in calo rispetto alle 275 contee del 2022. Il Nord-Est ha registrato il maggiore aumento della quota di contee con migrazione interna positiva, passando dal 44% nel 2022 al 52% nel 2023. Il numero di contee meridionali con tassi positivi di migrazione interna è aumentato da 957 nel 2022 a 1.014 nel 2023, mentre il numero di quelle contee nel Midwest è aumentato da 561 a 581.

Migrazione internazionale

L’ottanta percento (2.515) delle contee degli Stati Uniti ha registrato una migrazione internazionale netta positiva nel 2023. La contea di Miami-Dade, in Florida (54.457), e la contea di Harris, in Texas (41.665), hanno avuto i maggiori guadagni dalla migrazione internazionale netta. Tutte le contee del Connecticut, del Delaware, del Maine, del Maryland, del Massachusetts, del New Jersey e del Rhode Island hanno registrato una migrazione internazionale netta positiva.

Cambiamento naturale

Poiché il tasso di mortalità della nazione è diminuito nel 2023, è diminuita anche la frequenza della diminuzione naturale. I decessi hanno superato le nascite in un minor numero di contee: 2.171, pari al 69%, hanno registrato una diminuzione naturale, in calo rispetto alle 2.337 (74,3%) del 2022. Poco più del 70% delle contee nelle regioni del Nord-Est, del Sud e del Midwest ha avuto una diminuzione naturale. L’Ovest è stata la regione con la quota più bassa, 241 (53,7%) delle sue 449 contee hanno registrato una diminuzione naturale nel 2023. Il Maine è stato l’unico stato in cui tutte le contee hanno sperimentato una diminuzione naturale. Altri stati in cui la maggior parte delle contee ha avuto una diminuzione naturale sono stati l’Alabama (55 su 67); Arkansas (66 su 75); Illinois (86 su 102); Kentucky (100 su 120); Michigan (73 su 83); Ohio (71 su 88); Pennsylvania (57 su 67); e Tennessee (82 su 95). Cinque contee della Florida hanno guidato la nazione in diminuzione naturale: Pinellas (4.945); Sarasota (3.399); Brevard (3.044); Volusia (3.003); e Marion (2.480). Le nascite hanno superato i decessi in 961 contee (31%) nel 2023, guidate dall’Alaska (con 25 contee su 30) e dal New Jersey (con 17 su 21). A livello nazionale, le contee con i più alti livelli di aumento naturale nel 2023 sono state la contea di Harris, in Texas (34.695); Contea di Los Angeles, California (22.216); Contea di Dallas, Texas (19.550); Contea di Kings, New York (14.174); e Contea di Tarrant, Texas (13.010). Circa il 96% delle 67 contee della Florida è cresciuto (e solo tre contee hanno perso popolazione) dal 2022 al 2023. Altri stati, dove la grande maggioranza delle contee è cresciuta, includevano l’Idaho, dove il 95,5% o 42 delle sue 44 contee ha guadagnato residenti, e il Tennessee, dove il 94,7% o 90 delle sue 95 contee hanno guadagnato residenti.

Crescita più rapida

Tra le contee con una popolazione di 20.000 o più, le 10 in più rapida crescita erano nel Sud, sei in Texas (Kaufman, 7,6%; Rockwall, 6,5%; Libertà, 5,7%; Camere, 5,0%; Comal, 5,0%; Ellis, 4,9%); due in Georgia (Jackson, 5,5%; Dawson, 5,1%); e uno ciascuno in South Carolina (Jasper, 4,9%) e Virginia (New Kent, 4,7%).

Il declino più rapido

Tra le contee con una popolazione superiore a 20.000 abitanti, la contea di Lassen, in California, ha registrato il calo maggiore (3,9%) nel 2023. La contea di Randolph, nel Missouri, ha seguito con una perdita del 2,1%. La popolazione della contea del Bronx, New York, ha continuato a diminuire, diminuendo dell’1,8% nel 2023 dopo essere scesa del 3,0% nel 2022 e del 2,5% nel 2021.

Il più grande guadagno

Otto delle 10 contee che hanno guidato la nazione per cambiamento numerico nel 2023 erano in Texas. Ciò includeva la contea di Harris, che ha aggiunto 53.788 residenti ed è stata la contea con il maggior guadagno della nazione, seguita dalla contea di Collin (36.364) e dalla contea di Montgomery (31.800). La contea di Maricopa, in Arizona, la contea con il maggior guadagno della nazione nel 2022, è scesa al quarto posto nel 2023 con un guadagno di poco più di 30.000 residenti. La contea di Polk, in Florida, si è classificata al quinto posto dopo aver aggiunto 29.948 residenti. I restanti primi cinque paesi che hanno guadagnato più popolazione sono stati tutti in Texas: Denton (29.943); Piega forte (27.859); Bexar (27.488); Tarrant (27.301); e Williamson (24.918). La contea di Denton ha guadagnato quasi 30.000 nuovi residenti, spingendo la sua popolazione a poco più di 1 milione e rendendola la settima contea del Texas a raggiungere questo traguardo.

Il più grande declino

La contea di Los Angeles, in California, ha registrato il più alto calo numerico della popolazione di 56.420 nel 2023, rispetto a una perdita di 89.697 persone nel 2022. Entrambi i cali sono riconducibili all’immigrazione interna negativa. Le contee di Kings, Queens e Bronx a New York seguirono con una perdita di popolazione di 28.306 abitanti; 26,362; e 25.332, rispettivamente. Tra gli altri grandi cali ci sono stati la contea di Cook, Illinois, che ha perso 24.494 persone; Contea di Filadelfia, Pennsylvania (-16.294); e Orange County, California (-14.617). Circa il 73% delle 387 aree metropolitane della nazione ha registrato una crescita della popolazione tra il 2022 e il 2023. Una percentuale minore di micro aree degli Stati Uniti ha registrato una crescita della popolazione nello stesso periodo, con circa il 58% (314 su 538) delle micro aree degli Stati Uniti che hanno visto un aumento della popolazione.

Aree metropolitane

Città di New York-Newark-Jersey, NY-NJ (19.498.249); Los Angeles-Long Beach-Anaheim, CA (12.799.100); e Chicago-Naperville-Elgin, IL-IN (9.262.825) sono state le tre aree metropolitane statunitensi più popolose nel 2023. L’area metropolitana di Dallas-Fort Worth-Arlington, in Texas, ha superato gli 8 milioni di residenti tra il 2022 e il 2023, aggiungendo 152.598 residenti per una popolazione totale di 8.100.037. Questo è stato il più grande aumento numerico della popolazione di qualsiasi area metropolitana degli Stati Uniti tra il 2022 e il 2023, seguito da Houston-Pasadena-The Woodlands, TX, che ha aggiunto 139.789 nello stesso periodo, portando la sua popolazione totale a 7.510.253. Altre aree metropolitane che hanno registrato notevoli aumenti di popolazione tra il 2022 e il 2023 sono state Atlanta-Sandy Springs-Roswell, GA (68.585); Orlando-Kissimmee-Sanford, FL (54.916); Tampa-St. Petersburg-Clearwater, FL (51.622); Charlotte-Concord-Gastonia, NC-SC (50.458); e Austin-Round Rock-San Marcos, TX (50.105). La Florida ha avuto quattro delle cinque aree metropolitane statunitensi in più rapida crescita tra il 2022 e il 2023: Wildwood-The Villages, FL (4,7%); Lakeland-Winter Haven, FL (3,8%); Ocala, FL (3,4%); e Port St. Lucie, FL (3,1%). Myrtle Beach-Conway-North Myrtle Beach, SC, si è classificata al 3° posto (3,7%).

Micro Aree

Seaford, DE, ha registrato il più grande aumento di popolazione nella microarea degli Stati Uniti, aggiungendo 7.062 tra il 2022 e il 2023, seguita da Jefferson, GA, che ne ha aggiunti 4.606 nello stesso periodo. Le cinque micro aree statunitensi in più rapida crescita tra il 2022 e il 2023 sono state Jefferson, GA (5,5%); Clewiston, FL (4,2%); Lewisburg, TN (3,1%); Williston, ND (3,0%); e Atene, OH (3,0%).

Municipios di Porto Rico

Mentre la popolazione totale di Porto Rico è diminuita, 13 dei suoi 78 municipios hanno registrato una crescita nel 2023; Nessuno lo ha fatto nel 2022. Rincón Municipio, con una popolazione di 15.425 abitanti, è stato il municipio in più rapida crescita e con il maggior aumento nel 2023, aggiungendo 118 persone con un tasso di crescita annuo dello 0,8%. Segue Barranquitas Municipio, che ha guadagnato 101 residenti (0,3%) portando la sua popolazione a 29.020. San Juan, il municipio più popoloso, ha perso 1.582 residenti – in gran parte a causa della diminuzione naturale – portando la sua popolazione a 333.005. Nel 2023 i decessi hanno superato le nascite in tutti i municipii. Il calo naturale è stato maggiore a San Juan (1.824), seguita da Bayamón (1.055) e Ponce (813). Quarantasei municipi (59,0%) hanno registrato un saldo migratorio positivo nel 2023. Guaynabo (495), Bayamón (389) e Isabela (305) hanno registrato i maggiori incrementi migratori netti. Ponce (1.050), Toa Baja (375) e Guayama (289) hanno registrato le maggiori perdite nette di migrazione.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY