[gtranslate] La Corte Suprema americana salva Trump sul fronte penale per la rivolta al Campidoglio - WHAT-U

supreme court of the usa
Photo by Phung Touch on Pexels.com

Oggi la Corte Suprema americana ha preso una decisione storica stabilendo che i presidenti godono di “immunità assoluta” per gli atti ufficiali compiuti nell’ambito delle loro responsabilità principali e possono avere un’immunità parziale da procedimenti penali per altri comportamenti ufficiali, ma non godono dell’immunità per gli atti non ufficiali. Una doppia vittoria per Trump che non solo godrà di fatto dell’immunità per alcune delle azioni che gli sono state contestate nel processo per l’interferenza elettorale, vale a dire per le accuse di aver complottato per ribaltare la sua sconfitta alle elezioni presidenziali del 2020, ma non potrà essere processato prima delle elezioni di novembre. Una grande soddisfazione per lui che sul suo Social, Truth ha scritto: “Una grande vittoria per la nostra Costituzione e democrazia. Sono orgoglioso di essere americano”.

La rivoluzionaria sentenza, presa dalla maggioranza conservatrice della corte, compresi i tre giudici nominati da Trump, ha quindi ristretto il campo delle accuse contro di lui e in futuro si vedrà cosa resterà dell’accusa del procuratore speciale Jack Smith. Quello che è certo ora è che questa decisione ritarderà i procedimenti penali in corso contro di lui, costringendo i tribunali inferiori a lottare per verificare quali potranno ancora andare avanti. I giudici però hanno posto un limite difficile da raggiungere per i pubblici ministeri. Il giudice capo John G. Roberts Jr., che ha scritto la sentenza, ha detto che i fondatori vedevano un paese in cui nessuna persona, incluso un presidente, è al di sopra della legge. Ma hanno anche scritto una Costituzione con una separazione dei poteri che pone alcune azioni presidenziali al di fuori della portata delle leggi penali del Congresso.

La decisione della corte che arriva dopo lo sconcertante dibattito fra Trump e Biden, la cui pessima performance ha di fatto certificato le sue precarie condizioni di salute, sottolinea il ruolo che i giudici stanno svolgendo nelle elezioni di novembre. La scorsa settimana la corte ha anche limitato un’accusa di ostruzione a cui Trump era stato sottoposto e usata contro centinaia di suoi sostenitori che hanno preso d’assalto il Campidoglio il 6 gennaio 2021. Insomma Trump nonostante un paio di batoste nei processi precedenti, sembra che si stia avviando verso una vittoria sicura al Campidoglio in mancanza di avversari che possano tenergli testa. I democratici sono in crisi, manca l’unità di partito e tra l’altro c’è chi non vuole di nuovo Biden come presidente e sta facendo molta fatica a convincerlo a farsi da parte. Perché lui non vuole mettersi da parte. L’unica cosa certa è che tra poco più di 4 mesi gli americani dovranno scegliere chi sarà il nuovo presidente degli Stati Uniti. E ad oggi l’unica certezza che hanno è solo la data delle elezioni.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY