di Colin Antony Groves

Theresa May può finalmente tirare un sospiro di sollievo. I parlamentari hanno votato, 412 i sì e 202 i no, a una mozione che gli consentirà di chiedere all’Ue un rinvio “breve” della Brexit, dal 29 marzo al 30 giugno, con l’obiettivo di riproporre intanto per la terza volta al voto di ratifica del Parlamento l’accordo di divorzio raggiunto con Bruxelles a novembre e già bocciato 2 volte. Centottantotto è il numero dei parlamentari Tories, tra i quali 7 ministri, Stephen Barclay, Liam Fox, Chris Grayling, Andrea Leadsom, Penny Mordaunt, Liz Truss e Gavin Williamson, che hanno votato contro.

Ora la May fino al 30 giugno cercherà di ottenere un’estensione dell’articolo 50, sempre che i parlamentari appoggino il suo accordo entro il 20 marzo per consentire al Parlamento di avere il tempo necessario per prepararsi a lasciare l’UE.


Leggi tutto
Translate »
error: Content is protected !!