[gtranslate] AMANDA KNOX VS ITALIA - WHAT-U

Un omicidio senza colpevoli, o meglio con un solo colpevole Rudy Gede, quello di Meredith Kercher, la
studentessa inglese, uccisa nel 2007 a Perugia. Condannato in via definitiva a 16 anni per l’omicidio in concorso e violenza sessuale solo Rudy che di anni ne ha già scontati 10.

Per lui nessuna revisione del processo. La quinta Sezione penale ha rigettato il ricorso della difesa contro la decisione della Corte d’Appello di Firenze, che il 10 gennaio 2017 aveva dichiarato inammissibile la revisione.

marzo 2015 innocenti: Raffaele Sollecito e Amanda Knox assolti dalla Corte di Cassazione, per insufficienza di prove, dall’accusa di aver ucciso Meredit otto anni fa a Perugia.

Una condanna però resta per Amanda: tre anni (con uno sconto rispetto alla decisione dei giudici di secondo grado) per aver calunniato Patrik Lumumba, accusandolo dell’omicidio nella prima fase delle indagini.

Ora però Samantha Knox presenta il conto. E dire che poco dopo avere saputo dell’assoluzione aveva dichiarato comparendo sulla porta di casa a Seattle assieme alla madre, la sorella e il fidanzato. : «Sono molto grata che giustizia sia stata fatta. Grazie. Sono grata di riavere la mia vita».

Giovedì prossimo la Corte di Strasburgo pubblicherà la sentenza sul ricorso di Amanda Knox contro la giustizia italiana, che la cittadina americana accusa di avere violato in vari modi il suo diritto ad un equo processo, e inoltre afferma di aver subito durante l’interrogatorio il 6 novembre 2007 maltrattamenti da parte della polizia.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY