Rubriche

NESTA LASCIA E DICE GRAZIE AL SUO PERUGIA

Alessandro ha ringraziato tutto il Perugia Calcio, i suoi ragazzi e i tifosi biancorossi che hanno sostenuto la squadra tutto l'anno con passione ed orgoglio, al Curi e in trasferta

Alessandro Nesta allenatore del Perugia, fino al termine di questa stagione poi lascerà l’incarico

“Nella prossima stagione di serie B Alessandro Nesta non sarà il responsabile tecnico della prima squadra”. Lo ha annunciato il Perugia Calcio in una nota dove ringrazia “Nesta e il suo staff per l’impegno e la professionalità profusi in questo anno” augurando al tecnico “le migliori fortune per il prosieguo della carriera”. Nei sui profili social, il campione del mondo 2006 diventato poi allenatore, ha scritto che “si conclude oggi un’esperienza incredibile, che mi ha permesso di crescere, svolgendo un lavoro che amo”. E poi ha ringraziato tutto il Perugia Calcio, i suoi ragazzi e i tifosi biancorossi che hanno sostenuto la squadra tutto l’anno con passione ed orgoglio, al Curi e in trasferta. “È stata un’annata faticosa, con momenti esaltanti ed altri meno, ma sicuramente intensa, positiva e costruttiva”. Ora la società è alle prese con la ricerca di un nuovo successore Nel toto nomi spunta quelli di Massimo Oddo, altro campione del mondo del 2006 che ha allenato Pescara, Udinese e Crotone.

ICARDI NESSUNA CONVOCAZIONE PER LA COPPA AMERICA

Scaloni nell'Inter sceglie Martinez

Nessuna convocazione per Mauro Icardi per la Coppa America, in programma in Brasile dal 14 giugno. Il suo nome non figura nella lista dei 23 giocatori convocati dal ct dell’Argentina, Lionel Scaloni.
Quattro invece gli ‘italiani’scelti: German Pezzella (Fiorentina), Rodrigo De Paul (Udinese), Paulo Dybala (Juventus) e Lautaro Martinez (Inter). L’Argentina è inserita nel Gruppo B con Colombia, Paraguay e Qatar. Questo l’elenco dei 23 convocati: – Portieri: Andrada (Boca Juniors), Armani (River Plate), Marchesin (America). – Difensori: Otamendi (Manchester City), Casco (River), Foyth (Tottenham), Pezzella (Fiorentina), Saravia (Racing), Funes Mori (Villarreal), Acuna (Sporting), Tagliafico (Ajax). – Centrocampisti: De Paul (Udinese), Paredes (Psg), Pereyra (Watford), Lo Celso (Betis), Di Maria (Psg), Rodríguez (America), Palacios (River Plate). – Attaccanti: Messi (Barcellona), Dybala (Juventus), Aguero (Manchester City), Martinez (Inter), Suarez (River Late).


MORTO NIKI LAUDA

“Caro Niki, grande e vero amico da cinquant’anni, ti penso tanto e la tua scomparsa lascia un enorme vuoto dentro di me”. Luca di Montezemolo affida all’ANSA l’ultimo saluto a Niki Lauda, morto questa notte. “Con te ho vissuto alcuni dei momenti più belli della mia vita, abbiamo condiviso tante indimenticabili vittorie della Ferrari e siamo sempre stati uniti da grande affetto, anche quando ci siamo trovati a competere in campi avversi. Sei stato un grande Campione, un Campione del Mondo in pista e fuori, un amico sincero, un uomo diretto e leale”.

GOOGLE ROMPE CON HUAWEI

La Cina però non ha atteso molto a fare sapere la sua rendendo noto il suo imminente obiettivo: "Sostenere le sue società nel ricorso "ad armi legali a difesa dei loro diritti legittimi": così ha riferito il portavoce del ministero degli Esteri, Lu Kang

di Paula Linch

Google ha sospeso affari con Huawei che richiede il trasferimento di hardware, software e servizi tecnici ad eccezione di quelli disponibili pubblicamente tramite licenze open source” , questo l’annuncio di Google con il quale il colosso del Mountain View in California, ha ufficializzato la rottura della partnership con Huawei, sospendendo ogni attività portata avanti con il colosso tecnologico cinese, all’avanguardia nella realizzazione delle reti di nuova generazione 5G. Lo riporta in esclusiva Reuters. Un passo dovuto per Trump dopo la decisione di inserire l’azienda nella black list commerciale l’Entity List, per motivi di sicurezza nazionale, con l’accusa di avere rubato la tecnologia statunitense. Con la conseguenza per Huawei di non potere più fare affari con società americane senza l’approvazione del governo degli Stati Uniti.

Continua a leggere

TERZA VITTORA NEL MASTERS 1000 PER DJOKOVIĆ

Terza vittoria per Novak Djoković nel Masters 1000 di Madrid battendo in due set il greco Stefanos Tsitsipas col punteggio di 6-3, 6-4. Il numero 1 al mondo, atteso ora a Roma per gli Internazionali, alla prima occasione strappa il servizio al rivale e mantenendo sempre il proprio turno di battuta chiude la prima frazione. Nel secondo set l’equilibrio si rompe al nono game, quando Djoković approfitta di un break point per portarsi in vantaggio e chiude l’incontro al gioco successivo.

QUANTO SONO RICCHE LE FAMIGLIE ITALIANE?

Questi i dati di una recente ricerca di Istat sulla disponibilità economica delle famiglie italiane e delle società non finanziarie

A fine 2017 la ricchezza netta delle famiglie italiane è stata pari a 9.743 miliardi di euro, 8 volte il loro reddito disponibile. Le abitazioni hanno costituito la principale forma di investimento delle famiglie e, con un valore di 5.246 miliardi di euro, hanno rappresentato la metà della ricchezza lorda. Il totale delle passività delle famiglie è stato pari a 926 miliardi di euro, un ammontare inferiore, in rapporto al reddito, rispetto agli altri paesi. Le attività finanziarie hanno raggiunto 4.374 miliardi di euro, in crescita rispetto all’anno precedente, anche se la loro incidenza sulla ricchezza netta è risultata tuttavia inferiore a quella registrata in altre economie. Questi i dati di una recente ricerca di Istat sulla disponibilità economica delle famiglie italiane e delle società non finanziarie.

Società non finanziarie

La ricchezza netta delle società non finanziarie è stata pari a 1.053 miliardi di euro. Il totale delle attività del settore ammontava a 4.943 miliardi di euro di cui il 63% costituito da attività non finanziarie. La componente finanziaria, in crescita dal 2013, nel 2017 è stata pari a 1.840 miliardi di euro. È diminuito, invece, il valore del patrimonio reale, rappresentato soprattutto da immobili non residenziali e impianti e macchinari. Il ricorso al finanziamento tramite titoli e prestiti è stato pari a 1.233 miliardi di euro, un ammontare contenuto nel confronto internazionale.

Continua a leggere

COSÌ “GUSTAVO” SEMPLIFICA LA VITA A BAR, RISTORANTI E FORNITORI

La piattaforma, che fa parte di Speed MI Up, attualmente è presente a "Tuttofood", la fiera internazionale del B2B dedicata al food & beverage, a Milano fino al 9 maggio 2019

Foto Massimiliano Stucchi ©

Si chiama “Gustavo” (www.gustavob2b.com/) la nuova piattaforma che promette di digitalizzare il settore offrendo servizi di interazione digitale fra gestori dei ristoranti e fornitori, che in Italia, sul fronte degli approvvigionamenti coinvolge più di 329.000 soggetti e vale circa 20 miliardi di euro l’anno.

L’obiettivo è quello di trasformarsi nello strumento ideale, perché semplice ed efficace, per bar e ristoranti che hanno la necessità di aggregare tutti gli ordini, gestire i rapporti con i fornitori e razionalizzare le procedure di acquisto, con informazioni rese tracciabili e sempre disponibili.

L’idea è due ragazzi Andrea, con alle spalle 10 anni di know how maturato nel settore della consulenza aziendale e grande esperienza nel settore food & beverage nei panni di importatore e distributore di vino italiano in Cina, e Jacopo ingegnere, ora rispettivamente CFO e CTO dell’azienda di cui sono entrambi cofounder al cui team si sono aggiunti Claudio, che ha lavorato nel marketing del canale HoReCa in multinazionali del settore food & beverage ed Emanuele, esperto nel disegno di processi gestionali e supply chain. Assieme ai quali collaborano stabilmente al progetto due importanti figure del settore: uno chef e un restaurant manager.

Continua a leggere

ŠKRINIAR: “IL MIO FUTURO LO VEDO NELL’INTER”

"Offerta del Real Madrid? Non so da dove sia uscita, non so nulla", ha detto il difensore

“Manca pochissimo al mio rinnovo, penso che il mio futuro sia all’Inter”. Lo ha detto il difensore dell’Inter, Milan Skriniar, intervistato da Dazn alla vigilia della gara contro l’Udinese. “Offerta del Real Madrid? Non so da dove sia uscita, non so nulla – ha proseguito -. Diventare capitano? Non è importante che uno abbia la fascia. Io penso a giocare. È un’ulteriore responsabilità sicuramente, ma non cambia. Devi dare tutto sul campo e lottare sempre sia che tu sia capitano, sia che giochi un minuto”. Conclusione dedicata all’obiettivo Champions: “I conti sono facili, se vinciamo tre partite abbiamo raggiunto il nostro obiettivo – ha concluso Skriniar -. Già a partire dalla gara di sabato contro l’Udinese bisognerà vincere. Per noi è troppo importante”.

PRIMO FESTIVAL PER I PORSCHISTI A CANNES

L' appuntamento è sulla Croisette dal 26 al 28 aprile 2019 al Palais des Festivals nel Salone des Ambassadeurs, previa prenotazione

L’ appuntamento per il 1 ° Porsche Europe Festival organizzato a Cannes dal Porsche Club Méditerranée (PCM), il più grande club ufficiale in Francia, è sulla Croisette dal 26 al 28 aprile 2019 al Palais des Festivals nel Salone des Ambassadeurs. Jean-Paul Viala, presidente del Porsche Club Méditerranée e i suoi collaboratori da giorni stanno lavorando ininterrottamente per realizzare un evento indimenticabile per i porschisti di tutto il mondo. “Il nostro partner, il Centro Porsche ANTIBES (N.d.R. exclusive Manufaktur Partner) sarà un prezioso alleato per noi nell’aiutarci a riunire alcuni grandi modelli del marchio”, ha dichiarato alla stampa Viala.

Continua a leggere

ATTACCO IN DIRETTA A “TIKI TAKA”: CAIRO CONTRO CRUCIANI

Ma poi tra i due tutto si ridimensiona. E la Nara si esibisce in un tango argentino

Puntata ricca di colpi di scena quella di domenica 14 aprile di Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco, il programma di approfondimento calcistico condotto dal giornalista  sportivo Pierluigi Pardo, in presenza di tanti ospiti in studio, da Antonio Cassano, a Luca Toni, Leonardo Pavoletti, Ciro Ferrara, Giampiero Mughini, alla moviola l’ex arbitro Graziano Cesari, tutto accade in pochi secondi. Il giornalista Giuseppe Cruciani, dopo avere commentato gli episodi da moviola di Torino-Cagliari viene incalzato da Urbano Cairo, presidente di Cairo Communication, di RCS MediaGroup e del Torino FC, che gli dice: “Vorrei dire a Cruciani: ‘Cosa c’entra se le due squadre sono sullo 0-0 o no? Se un rigore c’è, c’è. Al di là del risultato. Devo darti della capra, due volte, perché non capisci niente di calcio. Sei una capra e un incompetente, non capisci niente di calcio. Ma pensa a fare trasmissioni migliori“.

Secca la replica di Cruciani: “Non me ne frega un ca..o di portare la discussione sul piano personale deciso dal presidente Cairo, me ne fotto se è il presidente della repubblica. Il presidente non si può permettere di gettare merda su di me e sul mio lavoro per un’opinione legittima che ho espresso”.

Continua a leggere

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall’articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall’articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l’offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.

FOLLOW US
Ultimi articoli