LOTTA AGLI SPRECHI ALIMENTARI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Recuperato oltre l’80% delle 9mila tonnellate di frutta e verdura invendute ogni anno dai mercati ortofrutticoli all’ingrosso aderenti al marchio Qualità & Sicurezza rilasciato dal Sistema camerale. E’ questo il contributo concreto che le Camere di commercio offrono alla lotta contro lo spreco alimentare che costituisce uno dei requisiti previsti nel decalogo per ottenere questo importante segno distintivo espressione di qualità e sicurezza dell’ortofrutta dal banco dei mercati sino alle tavole degli italiani.

Lanciato quattro anni fa in occasione di Expo 2015 dal Ministero delle politiche agricole, Unioncamere e Italmercati ( la rete che unisce 11 tra i più grandi e significati mercati all’ingrosso) ed in collaborazione con Fedagromercati-Confcommercio (Federazione Nazionale degli operatori all’ingrosso), il Sistema di qualificazione nazionale identifica oggi con il marchio Qualità & Sicurezza 8 dei più importanti centri agroalimentari di: Roma, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Verona, Cagliari e Lecce.

Questi mercati qualificati dal Sistema camerale commercializzano nel complesso ogni anno circa 2,5 milioni di tonnellate di prodotti (dei quali più della metà ortofrutticoli), coinvolgendo quasi mille grossisti e quasi 2 milioni di visitatori tra consumatori finali e operatori del commercio e della ristorazione alimentare. Ognuno di loro ha attivato iniziative diverse di contrasto allo spreco alimentare: dalla stipula di  accordi a livello locale con Associazioni no profit per la distribuzione in beneficenza delle eccedenze alimentari sino alla realizzazione di specifici macchinari e strumentazioni per trasformare gli scarti e la merce invenduta. Il Mercato di Genova ad esempio, l’ultimo insignito del marchio,  oltre a iniziative di ridistribuzione delle eccedenze a persone in condizioni di disagio socio-economico, sta anche sviluppando un progetto per la realizzazione di bioplastiche utilizzando gli scarti dei prodotti ortofrutticoli.

Il marchio Qualità & Sicurezza consente di assicurare una vasta scelta di prodotti sostenibili di qualità e di mantenere un rapporto fiduciario e diretto con il dettaglio tradizionale, valorizzando la trasparenza e la legalità all’interno dell’intero sistema distributivo. Ulteriori informazioni sul marchio sono presenti sul sito www.qsmercati.it .


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall’articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall’articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l’offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.

FOLLOW US
Ultimi articoli