IMMOBILI: CHI COMPRA DI PIÙ? E COSA?

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gli under 44 prediligono l'acquisto all'affitto. E di una casa che reputano definitiva

Il 2018 si chiude confermando la debolezza della dinamica dei prezzi delle abitazioni che calano nuovamente rispetto all’anno precedente, come nel 2017, seppur in presenza di una crescita vivace dei volumi compravenduti. Lo dice una recente ricerca di Istat che precisa che a determinare questo andamento sono esclusivamente i prezzi delle abitazioni esistenti, mentre quelli della abitazioni nuove tornano a crescere dopo la flessione del 2017. A livello territoriale è il Nord-Est l’unica ripartizione a mostrare una crescita media annua del prezzo delle abitazioni, mentre il Nord-Ovest registra una flessione di appena un decimo di punto e il Centro e il Sud e Isole mostrano flessioni tendenziali dei prezzi delle abitazioni più marcate di quella nazionale.

MA CHI SONO COLORO CHE MAGGIORMENTE COMPRANO CASA?

L’Ufficio Studi Tecnocasa ha analizzato le scelte abitative degli under 44 a livello nazionale. L’analisi delle compravendite e delle locazioni realizzate nel secondo semestre del 2018 attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete evidenzia che il 55,8% di chi ha acquistato casa ha meno di 44 anni. Mentre è salita la percentuale (+ 68%) di coloro che hanno optato per la locazione, evidentemente anche a causa dell’instabilità sul fronte occupazionale che non offre l’opportunità di fare progetti a lungo termine.
«Analizzando esclusivamente la fascia d’età fino ai 44 anni, spiega Fabiana Megliola responsabile dell’ufficio studi del gruppo Tecnocasa,
«si è evidenziato che negli ultimi cinque anni la percentuale di coloro che hanno acquistato casa è passata dal 61,2% al 66,2%. Mentre sul fronte locazione si è registrato un leggero calo: dal 38,8% al 33,8%. Molto probabilmente il ribasso dei prezzi degli immobili e i mutui più accessibili, hanno fatto si che tra le fasce più giovani di età si optasse per l’acquisto e non più per la locazione. Soffermandosi solo sugli acquirenti under 44», prosegue Megliola, «dalla nostra analisi si è evidenziato che nell’86,7% dei casi hanno comprato casa come abitazione principale e nel 13,3% dei casi per investimento, confermando quindi l’investimento immobiliare come una scelta da realizzare in età più avanzata».

LOCAZIONI UNDER 44: PREVALGONO I SINGLE

Analizzando le locazioni emerge che il 50,2% ha optato per questa soluzione come scelta abitativa, il 37,6% per motivi legati al lavoro e il 12,2% per motivi legati allo studio. Il 40,8% ha preferito il bilocale, tipologia che prevale tra gli inquilini. Tra chi sceglie la locazione sale la percentuale dei single portandosi al 42,6%. La tipologia di contratto più stipulato è quello a canone libero (50,2%).

SI COMPRA CASA PER FARE UN INVESTIMENTO DEFINIVO

Il 36,8% degli italiani che ha comprato casa, ha optato per l’acquisto dell’immobile definitivo, saltando la tappa intermedia del bilocale. Seguono con percentuali abbastanza ravvicinate il quattro locali (18,9%) ed il bilocale (16,9%). Il 71,3% degli acquirenti sono famiglie, il 28,7% sono single. Tra i single under 44 il trilocale raccoglie il 39,4% delle preferenze e a ruota il bilocale con il 33,5%.



  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

What-u.com

Executive Editor Patrizia Vassallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!