[gtranslate] TRUMP CONTRO GLI ASYLUM SEEKERS - WHAT-U

il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump

di Jane Stevens

Donald Trump all’assemblea annuale della Republican Jewish Coalition, ha detto che “Il programma per l’asilo è una truffa”, affermando che lo usano alcune delle persone più violente, che somigliano a coloro che devono combattere per la Ufc” (Ultimate Fighting Championship), un’organizzazione di arti marziali miste statunitense. «Non amiamo il fatto che abbiano i tatuaggi sulla faccia, questo non è un buon segno. Non amiamo il fatto che portino le bandiere dell’Honduras o del Guatemala o del Salvador, solo per dire che sono pietrificati nel loro Paese», ha detto Trump.

«Abbiamo distribuito 750 agenti per difendere il confine meridionale», ha precisato Trump.

E a chi gli ha chiesto perché non sono stati presidiati allo stesso modo i porti Trump ha risposto via Twitter: «Finché il Messico non pulisce questa ridicola e massiccia migrazione, ci concentreremo sulla sicurezza delle frontiere, non sui porti di entrata….» .

Due anni fa la frontiera fra Messico e Usa si era trasformata in un campo da tennis per mostrare come lo sport potesse abbattere ogni barriera e a superare qualsiasi confine. Protagonisti due giocatori di tennis impegnati nel social, che avevano scelto di disputare una partita con metà campo negli Stati Uniti e metà in Messico. Lo spot, diretto dal regista Klaus Thymann, faceva parte di un progetto appoggiato dal marchio Borg e denominato “Borg Open” . Il video venne trasmesso su tutti i principali canali di informazione dopo l’annuncio di Trump di costruire un gigantesco muti tra Usa e Messico, scatenando proteste e dibattiti sul tema dell’accoglienza e dell’immigrazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY