[gtranslate] LADY GAGA ORA PUNTA AL SUCCESSO ANCHE NEL BEAUTY E PRESENTA IL SUO NUOVO MARCHIO - WHAT-U

Lady Gaga, pseudonimo di Stefani Joanne Angelina Germanotta, è una cantautrice, attrice e attivista statunitense. Artista camaleontica, conosciuta per i modi eccentrici e stravaganti, il suo nome d’arte è ispirato al brano Radio Ga Ga dei Queen
ph. by David Fisher/REX/Shutterstock

di Jessica Miller

Cantante, attrice vincitrice di un Oscar, donna multitasking, artista eclettica, camaleontica, conosciuta per i modi eccentrici e stravaganti, mai scontata, dolce, ma al momento giusto anche dominatrice, icona di contemporaneità lei proprio lei Lady Gaga ieri ha rivelato il nome del suo tanto atteso marchio di bellezza , Haus Laboratories. Lo ha fatto su Instagram, com’è nel suo stile, e in quello di tante sue colleghe, pubblicando un video dove si vede lei per prima e poi tante modelle e modelli che rappresentano tante tipologie di persone e stili.

Nel video si sente la voce fuori campo di Lady Gaga che dice: “L’ultima cosa di cui il mondo ha bisogno è un altro marchio di bellezza, ma è un peccato. Dicono che la bellezza è negli occhi di chi guarda, ma a Haus Laboratories diciamo che la bellezza è come ti vedi. Il tuo glam, la tua espressione, il tuo talento artistico. Vogliamo che ti ami. La nostra casa, le tue regole. 

E per dare un assaggio delle sue doti imprenditoriali Lady Gaga si è già portata avanti creando su Twitter anche un profilo dedicato al suo marchio, Haus Laboratories, il cui lancio è previsto online dal suo sito il 15 luglio. Nella didascalia della foto di un post si legge: “We believe beauty is how you see yourself. Be kind to yourself + others” ossia “Noi crediamo che la bellezza è come tu vedi te stesso. Sii gentile con te stesso + gli altri”. Compreso il messaggio?



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY