[gtranslate] MOSCA IN RIVOLTA PER I PRESUNTI BROGLI ALLE ELEZIONI COMUNALI, OLTRE MILLE GLI ARRESTI - WHAT-U

Ecco gli agenti della polizia russa mentre arrestano un uomo durante una manifestazione non autorizzata nel centro di Mosca. La polizia sta lottando con i manifestanti che chiedono che i candidati dell’opposizione possano candidarsi per il Consiglio comunale di Mosca. 
(Foto AP / Alexander Zemlianichenko)

di Georgi Kuznetsov

Sono oltre 1.000 le persone fermate oggi nel centro di Mosca nel corso delle manifestazioni contro l’esclusione di numerosi oppositori dalle elezioni comunali. Lo ha annunciato stamattina la polizia russa. Gli arresti sono più che raddoppiati da ieri visto che sabato il numero delle persone fermate nel centro di Mosca durante le manifestazioni era fermo a 435, tutte scese in piazza per protestare per l’esclusione di numerosi oppositori dalle elezioni comunali in programma l’8 settembre, come riferito anche da ong Ovd-Info e Interfax. In precedenza, la polizia aveva dato notizia di 295 fermi. Il gruppo OVD-Info invece aveva divulgato la notizia dell’arresto di 520 manifestanti bloccati durante le proteste nei pressi dell’ufficio del sindaco. Le forze speciali della polizia russa (OMON) hanno poi ha fatto un’incursione anche nello studio del leader dell’opposizione russa Alexei Navalny mentre stava facendo un video in diretta sulla protesta elettorale in corso a Mosca, che mostrava la polizia che entrava, ordinando ad ogni membro dello staff di sdraiarsi sul pavimento. Navalny, che poi è riuscito a pubblicare il video su Youtube, è stato condannato a 30 giorni di prigione per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Il prossimo 19 agosto il presidente francese Emmanuel Macron riceverà Vladimir Putin al Fort de Brégançon, nel sud della Francia, riferisce Russia Today. L’incontro si terrà pochi giorni prima dell’avvio del G7 di Biarritz.

(AP Photo/ Pavel Golovkin)
Oltre 3.500 i manifestanti scesi nelle strade per protestare
(Foto AP / Pavel Golovkin)
(AP Photo/ Pavel Golovkin)
(Foto AP / Dmitry Serebryakov)
(Foto AP / Alexander Zemlianichenko)
(Foto AP / Alexander Zemlianichenko)


Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY