WEINSTEIN, UN'ALTRA DONNA LO ACCUSA E ORA PER LUI, LE PORTE DEL TRIBUNALE SI POTREBBERO RIAPRIRE - WHAT-U

L’ex magnate Harvey Weinstein 
(Foto AP / Mark Lennihan)

di Ellen Curtis

Prosegue la discesa verso gli inferi per Harvey Weinstein. Ora c’è un ‘altra donna che vuole metterlo alla gogna, non solo mediatica. L’ufficio del procuratore distrettuale di Los Angeles ha affermato che l’accusa è stata presentata da una donna che ha denunciato di essere stata aggredita sessualmente da Weinstein nel maggio del 2010 in un hotel di Beverly Hills.

Questa accusa si aggiunge a quelle precedenti, di altre due donne che hanno denunciato di essere state aggredite sessualmente nel 2013 a Los Angeles, dall’ex magnate di Hollywood. Weinstein, 68 anni, che è stato condannato a febbraio per stupro e violenza sessuale a New York ora sta scontando una pena detentiva di 23 anni. Recentemente oltre ad avere accusato problemi di cuore, ha anche dovuto fare i conti con il Coronavirus, probabilmente contratto in carcere. Al momento non è noto quando dovrà affrontare le nuove accuse a Los Angeles, davanti al giudice

Il procuratore distrettuale di Los Angeles, Jackie Lacey, con una nota ha dichiarato che gli investigatori continuano a lavorare per raccogliere prove inconfutabili e contattare altre possibili vittime di violenze sessuali. “Se troviamo nuove prove di un crimine precedentemente non denunciato, com’è accaduto con questa ultima testimonianza, indagheremo e determineremo se devono essere presentate ulteriori accuse penali.” Weinstein, condannato per aver violentato un’aspirante attrice nel 2013 e per avere obbligato un’altra donna con la forza a fare sesso orale, non ha rilasciato alcun commento tramite il suo legale. L’ex produttore, premio Oscar di “Shakespeare in Love”, è stato condannato per aver violentato un’aspirante attrice nel 2013 e aver eseguito forzatamente il sesso orale in TV e assistente di produzione cinematografica nel 2006. I suoi avvocati hanno affermato che faranno appello.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY