BIDEN PRONTO A STANZIARE 3,5 TRILIONI DI DOLLARI, MA SENATO E REPUBBLICANI TEMONO IL DEFAULT


Joe Biden, (Foto AP/Patrick Semansky)

Per le imminenti decisioni di Joe Biden c’è molta attesa. La posta in gioco è alta visto che Biden punta a stanziare una cifra record di 3,5 trilioni di dollari promettendo di fatto una riscrittura del Bilancio della Nazione. Il suo obiettivo è quello di aumentare le tasse sulle società e sui ricchi e utilizzare quei soldi per implementare i fondi per l’assistenza sanitaria, l’istruzione e altri programmi di governo, una decisione che avrebbe un notevole impatto sulle vite di molti americani. In barba al Congresso che cerca una crisi e ai repubblicani che si rifiutano di approvare un aumento del debito della nazione per evitare un pericoloso default sui prestiti. Ora tutti gli occhi sono puntati sui senatori Joe Manchin (West Virginia) e Kyrsten Sinema (Arizona) che Biden ha incontrato ieri. “Trattative davvero buone, oneste e dirette”, ha detto Manchin ai giornalisti radunati al Campidoglio. Insomma un passo avanti Biden ora è riuscito a farlo, in barba ai problemi con i compagni democratici e non sono solo al Senato.

Un piccolo numero di democratici della Camera di centro ha manifestato il dissenso per i progetti di Biden. Anche i legislatori progressisti hanno lanciato un veto.

Ora il senato è pronto a votare rapidamente per rilasciare finanziamenti governativi per evitare un blocco dopo la fine dell’anno fiscale (30 settembre N.d.R.). La Camera invece si sta preparando per un possibile voto per estendere il limite del debito fino al 16 dicembre, decisione che i democratici pare siano pronti a sostenere. Ma anche se alla Camera passerà il sì, non è chiaro se il Senato deciderà di mettere o meno i bastoni fra le ruote di fronte all’ostruzione del GOP. Difficile fare previsioni. Le tensioni stanno divampando in Campidoglio. Biden insiste affermando che l’espansione dei piani governativi verrebbe coperta con tasse più alte sulle società e sulle persone più abbienti: ossia sui più ricchi, le imprese  che guadagnano più di 400mila dollari, (450 per le coppie). E ora bisogna solo attendere il dopo voto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!