[gtranslate] EPSTEIN, I DOCUMENTI DESECRETATI ORA FANNO VENIRE A GALLA VERITÀ SCOMODE - WHAT-U

Patrick McMullan /Getty Images

I documenti declassificati, recentemente resi disponibili, relativi al caso del finanziere e affarista Jeffrey Epstein, morto suicida in carcere nel 2019 dopo una vita di accuse, processi, eccessi, arresti e condanne (per pedofilia e abusi sessuali) hanno fatto venire a galla verità scomode per il principe Andrea, l’ex presidente Usa Bill Clinton e Richard Branson. A renderlo noto il quotidiano inglese Daily Mail. Di che cosa si tratta? Di “filmati hot”, immagini “piccanti” a sfondo sessuale che avevano come protagonisti questi signori, per niente sconosciuti. Video di cui  Sarah Ransome, una delle accusatrici di Epstein, ha parlato durante il processo per traffico sessuale a Ghislaine Maxwell, storica assistente del finanziere newyorkese. Con un regista ben noto a tutti ossia  Epstein che avrebbe ripreso le prestazioni di persona senza però mai fare sentire la sua voce. Sempre secondo la Ransome, inoltre, che cita una serie di mail del 2016, riferendosi a una donna rimasta anonima, un altro ex presidente Usa, Donald Trump, avrebbe avuto “relazioni sessuali” con una donna nell’abitazione di Epstein a New York “in diverse occasioni”.  Questo invece lo scrive il New York Post. “Mi confidò della sua disinvolta amicizia con Donald. Il signor Trump sembrava decisamente avere un debole per lei”, ha scritto Ransome in una mail, aggiungendo che la donna le aveva rivelato anche una parte del suo corpo che l’ex presidente apprezzava particolarmente. “So anche che aveva rapporti sessuali con Trump nella villa di Jeffrey, a New York, regolarmente” ha aggiunto Sarah Ransome.

Il fratello di re Carlo III, Andrea, si è ritirato dalla vita pubblica dopo lo scandalo scoppiato a corte sulla sua amicizia con Epstein. Un scivolone che l’allora sovrana regina Elisabetta II decise di fargli pagare duramente, emarginandolo dalla vita di corte,  inducendo rinunciare a tutti i suoi incarichi, privandolo dei suoi titoli militari e di ogni ruolo rappresentanza ufficiale della Royal Family, e inducendolo a pagare milioni di sterline per risolvere le questioni legali insorte con Virginia Giuffre, che lo aveva accusato di violenza sessuale per rapporti avvenuti quando lei aveva solo 17 anni. Con una transazione extragiudiziale multimilionaria per evitare l’onta e le conseguenze di un processo civile. 

  • Il finanziere Jeffrey Epstein è stato arrestato nel luglio 2019 con l’accusa di traffico sessuale e associazione a delinquere finalizzata al traffico sessuale. Gli è stata negata la libertà su cauzione prima del processo.
  • Epstein morì mentre era in prigione e la sua morte fu ufficialmente dichiarata un suicidio dal medico legale di New York.
  • Epstein, già condannato per reati sessuali, in precedenza aveva scontato 13 mesi in una prigione della contea di Palm Beach. Noto in certi ambienti altolocati facevano parte della sua cerchia di amici Bill Clinton, Donald Trump e il figlio della regina Elisabetta, il principe Andrea .
  • Nel luglio 2020, la sua ex fidanzata e collaboratrice di lunga data Ghislaine Maxwell è stata arrestata con l’accusa di traffico sessuale perpetrato in stretta collaborazione con lui. Giudicata colpevole di 5 accuse su 6 e nel giugno 2022 è stata condannata a 20 anni di prigione.
  • I documenti del tribunale relativi alla causa contro Epstein sono stati aperti in questi giorni su ordine di un giudice e includevano le testimonianze delle vittime di Epstein, così come quelle di testimoni e altre prove rilevanti per il caso ormai risolto del 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY