•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tiziano Renzi con la moglie Laura Bovoli, in una immagine del 21 ottobre 2017 a Firenze. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Ieri il tribunale di Firenze ha dichiarato il fallimento della cooperativa Marmodiv, una delle società di cui si occupa l’inchiesta per bancarotta fraudolenta e false fatture dove sono indagati, tra gli altri, Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi. Lo scrive Ansa sostenendo che la procura sta indagando per verificare l’eventuale coinvolgimento dei due nella gestione della società attraverso prestanome o nei panni di amministratori di fatto. Il fallimento potrebbe aggravare la posizione dei coniugi Renzi benché si siano difesi dicendo di non avere ruoli in Marmodiv.
Per il tribunale fallimentare Marmodiv – che fa consegne di materiale pubblicitario e volantini – ha “un’irreversibile condizione di insolvenza che emerge dalla sproporzione tra ingente entità della esposizione debitoria e attivo sociale, cosicché deve esserne dichiarato il fallimento”. Il tribunale ha nominato un curatore e ordinato a Marmodiv di depositare bilanci e scritture. Si terrà il 25 luglio l’esame dello stato passivo.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!