TRUMP: IVANKA PERFETTA PRESIDENTE DELLA BANCA MONDIALE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

"Sarebbe stata fantastica perché è molto brava con i numeri. E' molto calma. L'ho vista sotto forte stress e pressione e ha reagito molto bene", ha dichiarato al The Atlantic

Ivanka Trump, prima figlia del presidente degli Stati Uniti
ph. EPA/JIM LO SCALZO

“Diplomatica naturale”, così ha descritto la sua prima figlia Ivanka, il presidente Donald Trump in un’intervista al The Atlantic : “Sono orgoglioso di tutti i miei figli”, ma Ivanka è unica: se decidesse di correre per la presidenza sarebbe difficile da battere”. E ha aggiunto: “Si è dedicata ad aiutare la gente, non ero sicuro che usasse al meglio il suo tempo, ma non sapevo quanto avrebbe avuto successo. Ha creato milioni di posti di lavoro, non avevo idea di quanto successo potesse avere. Sarebbe stata grande alle Nazioni Unite”. Trump ammette di aver pensato alla figlia per la presidenza della Banca Mondiale: “Sarebbe stata fantastica perché è molto brava con i numeri. E’ molto calma. L’ho vista sotto forte stress e pressione e ha reagito molto bene”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall’articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall’articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l’offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.

FOLLOW US
Ultimi articoli